harley davidson vl
in

Harley-Davidson VL '35: Il crepuscolo di una leggenda

Non molto tempo fa ho ricevuto una chiamata dai miei amici di G e G; in esso mi informavano che il VL di 35 era disponibile per le fotografie di questo rapporto. Era una buona notizia, la verità è che ho sempre avuto un interesse speciale per quella moto. È il primo lavoro che preparo per una rivista online e per me, nonostante gli anni, questo internet è ancora una novità che mi stupisce.

Quando ho visto la Harley, la prima cosa che mi ha trasmesso è stata la sensazione che avevo provato altre volte con il lavoro di questi amici: non saprei dire se mi trovavo di fronte ad una macchina restaurata nei minimi dettagli, prima di una 1: 1 modello in scala della VL , oppure se fossi tornato indietro nel tempo e mi fossi ritrovato davanti alla porta di una concessionaria Harley a Chicago nel 1935… non lo so! Fumo ancora solo tabacco e ho superato l'ultima ITV con una buona nota. Così non ti stanco più; Io ti mostro il lavoro e tu giudichi….

[pro_ad_display_adzone id = »39185 ″]

harley davidson anni '30
Come vedremo più avanti, questa deliziosa Harley VL è una moto spagnola

[pro_ad_display_adzone id = »39193 ″]

[citazione]La nuova Harley era una moto impressionante: pesava 250 chili, il suo motore cubi di 1.200 cc. che dava circa 26-28 CV di potenza e che, in più, era molto affidabile in quanto meccanico a valvola laterale...[/ su_quote]

L'epoca d'oro

Ci sono piccole cose nella vita quotidiana in cui attraverso di esse, e senza volerlo, segnano le caratteristiche di un'epoca, una filosofia di vita, e anche la genuinità di un Paese nonostante le mode e il tempo. Negli Stati Uniti negli anni 'XNUMX abbiamo diversi esempi: il coltello di Barlow, il dollaro Orologio da tasca Ingersoll, l'accendino Zippo, le motociclette Harley-Davidson... e potremmo ampliare la lista, che può riempire più di una pagina, ma non è così.

È noto a qualsiasi iniziato nella meccanica di ieri che l'unico marchio di motociclette che supera più di un secolo di esistenza, rimane fedele all'essenza delle sue origini E nonostante gli alti e bassi della storia, è ancora in buona salute commerciale Harley-Davidson. In nessun momento intendo affrontare in questo lavoro le circostanze che hanno reso un marchio motociclistico l'icona di un mito universale; Tuttavia, nel cercare di farvi conoscere una delle sue moto più rappresentative di una determinata epoca, mi permetto di fare qualche riferimento alle politiche commerciali dell'azienda, soprattutto negli anni in cui il modello in questione è stato prodotto oggi.

harley davidson anni '30
A quei tempi non era difficile vedere un sidecar agganciato alle "dispotiche" Harley
harley davidson anni '30
Sopra: un'apparente semplicità avvolge questa bici da 1.200 cc e 250 kg
A destra: illustrazione di Suzana Bajc

Si può dire che nella storia della motocicletta il sidecar abbia avuto il suo periodo d'oro durante gli anni Venti e fino alla metà degli anni Trenta. Negli Stati Uniti non è stata un'eccezione, anzi, sono stati sviluppati innumerevoli modelli di sidecar destinati a coprire le esigenze del trasporto sia individuale che commerciale, nei più diversi settori del settore; modelli specifici sono stati anche costruiti per scopi pubblicitari.

Durante il periodo a cui si fa riferimento, la consegna dei pacchi nelle città, e il piccolo trasporto di merci, erano per lo più affidati alla motocicletta munita del suo corrispondente sidecar, non è strano che in molte occasioni trasportasse carichi di oltre trecento chili. Ovviamente questo duro lavoro non poteva essere affidato ad una macchina che non avesse abbastanza robustezza e robustezza.

harley-davidson-vl-1935-09c2

harley davidson anni '30
Il potente propulsore Big Twin lancia il nostro VL a buone velocità di crociera

Intransigenza negli affari

Forse questo è stato uno dei motivi, tra gli altri ovviamente, che hanno portato William Harley e Bill Ottaway a sviluppare e presentare nel 1929 il Grande gemello della Harley-Davidson che oggi portiamo a questo mezzo.

Bisogna anche tenere presente che a quel tempo le strade più importanti degli Stati Uniti erano sufficientemente migliorate da poter percorrere lunghe distanze a buone velocità medie, e non dimentichiamo che i marchi che erano la concorrenza più diretta di Harley-Davidson aveva in catalogo motociclette con caratteristiche e prestazioni simili alla nuova VL che l'azienda offriva da quel momento in poi.

La nuova Harley era una moto impressionante: pesava 250 chili, il suo motore cubi di 1.200 cc. che erogava circa 26-28 CV di potenza e che, inoltre, era molto affidabile in quanto valvola laterale meccanica, sistema di riconosciuta solidità. Le prime unità presentarono però piccole difficoltà che furono presto risolte; l'unica cosa che ha rovinato il lancio della nuova moto è stata la coincidenza dell'inizio della forte recessione economica che stava iniziando negli Stati Uniti ...

harley davidson vl
Una buona bici richiede lealtà, no?

L'azienda, che fin dalla sua nascita aveva mantenuto la politica commerciale di "O sei con me o sei contro di me" imponendo dure condizioni ai suoi concessionari, è arrivata senza remore alla richiesta che se distribuissero Harley-Davidson, non solo non potevano vendere altri marchi, anche di seconda mano, ma non potevano ripararli.

Ma poiché ha dovuto affrontare anche le conseguenze del Crepa che scosse l'economia americana in quell'anno del 1929, negli anni che seguirono la recessione economica, uno dei mezzi che usò per sopravvivere era quello di attirare la sua clientela con interessanti ribassi di prezzo, pur mantenendo la sua rete commerciale semplicemente guardando dall'altra parte le prestazioni dei distributori che gli si addicevano. A questo punto voglio citare alcune pennellate sulla linea d'azione dell'azienda.

Uragano «Crack»

Harley-Davidson fin dalla sua nascita si è preoccupata di offrire ai propri clienti motociclette della massima qualità in relazione alla tecnologia del momento. Nelle finiture e nei componenti si è sempre cercato di offrire il meglio che esistesse nel settore; Allo stesso tempo, la formazione e l'informazione del futuro utente di Harley sull'uso corretto e sulla manutenzione della macchina erano di primaria importanza nell'azienda.

Questa polizza era destinata al proprietario per ottenere il massimo beneficio dalla sua moto in ogni momento, e allo stesso tempo garantendo la loro fiducia nel marchio. D'altra parte, la richiesta di lealtà richiesta dai suoi distributori grattava sul dispotismo e sull'arroganza ma, in ogni caso, poiché il marchio vendeva bene, erano legioni a basare la sua esistenza su Harley-Davidson. La crisi economica del paese era in aumento, raggiungendo l'apice nel 1933; Quell'anno furono prodotte 5.690 motociclette, una cifra molto inferiore a quella prevista per il corretto funzionamento dell'azienda.

banner_lib_728

harley davidson vl
Nonostante il suo peso e le sue dimensioni, è una macchina che offre comfort di guida.

filigrana

Il problema è peggiorato quando sono state vendute solo 3.700 unità. Curiosamente, è stato l'anno in cui più Harley-Davidson sono state esportate nel nostro paese. In uno dei libri consultati per la documentazione di questo lavoro, ho letto l'impressione di uno dei distributori dell'azienda e ricordo che esprimeva più o meno quanto segue:

[citazione]

"Sono stati anni molto duri, Dovevi lavorare sette giorni su sette, non si vendevano moto perché non c'erano soldi, in molte occasioni dovevi fare più di trecento chilometri per ritirare una macchina danneggiata e, alla fine, guadagnavi appena cinquanta dollari a settimana con cui dovevi sostenere una famiglia e un'impresa».

[/ su_quote]

Indubbiamente le capacità commerciali dei fratelli Davidson si sono rivelate ancora una volta per superare quei momenti difficili...

Continua Pagina 2…


Cosa ne pensi?

Arturo Borja

scritto da Arturo Borja

Giornalista e scrittore. Ha fondato la prima rivista dedicata alle moto da collezione ad essere pubblicata in Spagna, Motos de Ayer, e ne è rimasto nella direzione per più di dieci anni. Negli ultimi 25 anni ha dedicato il suo lavoro a quella che ama chiamare storia immediata, allo sviluppo dell'industria automobilistica... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

50.3kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.1kSeguaci