gp storia pau
in

Dietro il confine: storico GP De Pau

TESTO E FOTO: UNAI ONA

Un mese fa abbiamo partecipato al Storico Gran Premio di Pau, che si terrà nel fine settimana del 19-21 maggio. Il GP di Pau, corso su un circuito urbano e da cui deriva la sua variante classica, è sempre stata una delle grandi gare in calendario, essendo tra i suoi vari vincitori piloti del calibro di Louis Renault, Tazio Nuvolari, Juan Manuel Fangio, Alberto Ascari, Jim Clark o Jackie Stewart, tra gli altri.

La prima edizione fu disputata nell'anno 1901, essendo usato per la prima volta nella storia il soprannome di Gran Premio. Il secondo ha dovuto aspettare molto tempo, poiché è stato realizzato nel 1933, per continuare to tra 1935 y 1939. Il Gran Premio di Pau fu disputato dopo la seconda guerra mondiale tra il 1946 e il 1963 (tranne nel 1953) come evento senza punteggio dei campionati di Formula 1 e Formula 2, per poi far parte dei campionati francesi ed europei di Formula 2 fino al 1984, e dell'International Formula 3000 dal 1985 al 1998. Da allora e fino ad oggi, è stato utilizzato per set di varie categorie.

STORICO GP DI PAU: LE CATEGORIE

Fatto questo bozzetto storico, diremo che lo storico gran premio rievoca gli anni migliori del poiana circuito cittadino Lunga 2.760 metri, appena una settimana dopo il GP vero e proprio. Un evento sportivo per i classici in cui viene preparato un cocktail di gare, sfilate, club, mostre di collezionisti e tour privati ​​del percorso.

Sette sono le griglie di cui potrai godere durante il weekend:

  • Formula Ford: La F2, presentata quest'anno, che conserva le configurazioni tecniche originali e non tollera alcuna modifica. In questa categoria, la massima priorità è data al pilotaggio.

  • HTCC: Auto storiche partecipanti al campionato europeo. Questo è organizzato in due diverse categorie: autovetture standard (Gruppi 1 e N), che includono BMW di tutti i tipi, Alfa Romeo GTV e 75, Ford RS e Capri, Peugeot multiple, Honda Civic e Renault GT, tra le altre; e autovetture migliorate.

  • Avenir Cup: Piccoli rimorchi degli anni settanta con motore a sei cilindri e cambio prodotti da Mike Hewland.

  • Legends Car Cup: Nata nel 1992 negli Stati Uniti, la LCC è oggi una disciplina internazionale a sé stante, dalla Svezia al Messico, dal Brasile alla Russia, passando per il Marocco e in tutta Europa. I contendenti sono una specie di Hot Rod da corsa.

  • Mini Trophy: puro morso tra piloti francesi e britannici con questi agili e minuscoli killer.

  • Legendary Circuits Series: Composta da GT fino al 1971 con motori inferiori a 2 litri. L'adrenalina è assicurata.

Tuttavia, il pezzo forte del GP Storico di Pau sono le Bugatti, che corrono su uno dei pochi tracciati europei dove è emozionante vederli lanciati a tutta velocità. Ad esempio, essere in grado di contemplare circa 20 di queste auto da corsa che seguono e avanzano furiosamente è la cosa più vicina al teletrasporto agli anni '20; Vanno davvero veloci e l'immagine e il suono, così come le crociate, sono semplicemente travolgenti.

NON SOLO GARE: 450 CLASSICHE IN MOSTRA

Infine, per informare che quest'anno c'è stato un cambio di organizzazione, anche se questo non ha significato una diminuzione del numero di persone o partecipanti con i loro classici. Piuttosto il contrario: atmosfera totalmente imballata e ideale. Sembra che nel paese vicino tutto fila liscio, Pau è stato ricco di esibizioni e, soprattutto, di incontri di fan club.

E il fatto è che questo evento non è solo competizione: l'area allestita per club e collezionisti in cima al circuito, il Parc Beaumont, completa un'atmosfera perfetta. Lì, tra più di 450 veicoli, abbiamo avuto il privilegio di incontrare i membri del Associazione Aragonese dei Classici Sportivi, che non hanno voluto mancare ad un appuntamento annuale a cui nessun tifoso del nord-est della penisola dovrebbe mancare.

Cosa ne pensi?

unai ona

scritto da unai ona

Unai Ona viaggia in tutta Europa per raccontarvi i migliori eventi del Vecchio Continente. Fotografo di prim'ordine, non si stanca mai di immortalare la bellezza dei grandi classici dell'anteguerra e del dopoguerra, la sua vera passione...

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci