sedile 850 sport
in

Mi piaceMi piace LOLLOL SorpresoSorpreso Ma cosa??Ma cosa??

SEAT 850 Sport Coupé 1970: unità appena restaurata da SEAT in rodaggio

A metà degli anni '600 la società spagnola stava crescendo così velocemente che persino i 850 popolari e di successo erano rimasti indietro. Per questo SEAT ha lanciato la 850 su licenza FIAT con l'idea di continuare ad offrire un veicolo di segmento B con buoni prezzi ma maggiore abitabilità. Inoltre, l'emergere di nuove nicchie di mercato con giovani professionisti come candidati ha portato alla progettazione di varianti sportive. SEAT in Shooting ne ha appena restaurato uno. Si tratta di questa bellissima 1970 Sport Coupé del XNUMX.

Con quasi 800.000 unità vendute e sedici anni di produzione, la SEAT 600 è l'icona indiscussa della motorizzazione familiare in Spagna. Un'auto disegnata da Dante Giacosa per la nuova borghesia. Che avanzava fermamente nel quadro dello sviluppo e dell'accesso alla società dei consumi. Un contesto in cui la crescita è stata veloce come l'esodo rurale che ha alimentato le città, dando la sensazione che i tempi sono passati più velocemente che mai. Infatti, anche il più moderno cadde presto nel passato.

Proprio quello che è successo alla 600. A cui nove anni dopo il suo lancio nel 1957 si è affiancata la SEAT 850. Un'utilitaria prodotta anche su licenza FIAT, che unisce il suo prezzo accessibile ad un'abitabilità superiore a quella del suo predecessore. Modello con cui visse per quasi tutta la sua vita commerciale, terminato nel 1974 pochi mesi dopo la 600. Un'ulteriore prova della velocità di quel tempo. Sovrapposizione di vecchio e nuovo in una sorta di gara che dovrebbe porre fine alla divulgazione delle autovetture di segmento C con la 124 alla testa.

Situazione in cui la SEAT 850 rappresenta il salto di più di poche famiglie a veicoli più grandi rispetto all'originale 600. Qualcosa che viene completato dalle versioni sportive del modello. Che ci raccontano un paese dove fanno la loro comparsa nicchie di mercato per veicoli da diporto o semplicemente veicoli più performanti. Indubbia prova di sviluppo economico. Almeno per quanto riguarda i giovani professionisti della classe benestante. Proprio il tipo di acquirente a cui si rivolgeva la SEAT 850 Sport Coupé del 1970.

sedile 850 sport

SEDILE 850 SPORT. UNA NUOVA NICCHIA DI MERCATO

In genere, molti istruttori sportivi hanno utilizzato modelli popolari come base per le loro creazioni. In questo senso, forse il caso più riuscito è quello di Carlo Abarth con i suoi interventi sulle FIAT 500 e 600. Entrambi veicoli italiani con finiture semplici che, però, ha lasciato il posto a modelli con un maggiore gradiente di varianti. Uno di questi era l'850. Un modello che si adeguava offrendo carrozzerie a quattro porte e più spazio nei sedili posteriori alle esigenze di un mercato più solvibile e diversificato

SEAT 850 Sport del 1967. Prima variante

Situazione verificatasi anche in Spagna dopo i Piani di Stabilizzazione. Con le sue frontiere aperte agli investimenti esteri per creare la vertiginosa crescita del settore dei servizi nelle aree urbane. Un perfetto terreno fertile per nuove nicchie di mercato in cui SEAT ha voluto intervenire con le varianti sportive della 850. Ed è che la stessa crescita del business ha incoraggiato la comparsa di giovani facoltosi desiderosi di un veicolo di servizio con più vocazione per il tempo libero single che famiglia.

sedile 850 sport

Così, in Spagna c'era una domanda commerciale intermedia tra i potenti modelli di lusso e la popolare 600. Inoltre, richiedeva un tocco sportivo poiché desiderava un veicolo ricreativo adattato al palcoscenico prima di un'ipotetica paternità. Per tutto questo SEAT ha deciso di produrre la variante sportiva della FIAT 850, che sarebbe stata denominata 850 Sport dalla sua presentazione nel 1967. A pochi mesi dalla partenza del modello base, che aveva una carrozzeria totalmente diversa pur avendo lo stesso schema di "Tutti dietro". Buona base per un'auto sportiva con motore, cambio e trazione sull'asse posteriore.

UNO DEGLI ULTIMI AD ARRIVARE AL SEAT CLASSICS NEL TIRO

Sebbene il motore dell'850 Sport sia basato sullo stesso 843 cc a quattro cilindri in linea del resto della gamma, il suo rapporto di compressione più elevato e l'albero a camme migliorato aumentano la potenza a 47 CV. Una decina in più rispetto a quelli previsti dal saloon. E che, anche se possono sembrare pochi, sono sufficienti per regalare sensazioni forti al volante di un veicolo a trazione posteriore e solo circa 700 chili di peso. Tuttavia, Nel 1970 SEAT presentò una nuova versione migliorata che fu battezzata 850 Sport Coupé.

sedile 850 sport

Qui la potenza è salita a 52CV. Alimentato da un carburatore Weber 30 a doppio corpo che assicura un caratteristico odore di benzina nell'abitacolo. Quale si avvolge con un corpo quasi uguale al suo predecessoreAd eccezione dei doppi fari anteriori e posteriori che conferiscono alla 850 Sport Coupé un tocco più sportivo. Una 2+2 -i suoi sedili posteriori sono testimonial o semplicemente per cargo o per bambini- che è stata una delle ultime novità della collezione SEAT sulla strada.

Uno dei riferimenti quando si tratta di preservare la storia del marchio, che ha appena effettuato il restauro meccanico di questa deliziosa unità rifinita in Lago Verde 316. Colore che si combina perfettamente con l'interno rivestito in scay bianco. Sicuramente una combinazione di tenui toni pastello con chiare evocazioni dell'estate mediterranea. Momento perfetto per godersi questa 850 Sport Coupé poiché, lungi dall'essere progettata per far emergere la rabbia di un'auto da rally o da promozione, questa vettura sportiva ha la guida del tempo libero come un obiettivo più che piacevole.

Fotografie: Collezione SEAT in Shooting / POSTO A SEDERE

Cosa ne pensi?

Miguel Sanchez

scritto da Miguel Sanchez

Attraverso le notizie de La Escudería, percorreremo le tortuose strade di Maranello ascoltando il rombo del V12 italiano; Percorreremo la Route66 alla ricerca della potenza dei grandi motori americani; ci perderemo negli stretti vicoli inglesi seguendo l'eleganza delle loro auto sportive; accelereremo la frenata nelle curve del Rally di Montecarlo e ci sporcheremo anche in un garage recuperando gioielli perduti.

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci