in

Schloss Dyck, fuori dal mondo

TESTO: MARIO LAGUNA / FOTO: ML, UNAI ONA E J. ROMAGOSA (PIEDI)

Il mondo dei prestigiosi concorsi internazionali di eleganza è molto ristretto, entro i quali solo i migliori si adattano. Molti sono i tentativi, ma pochi sono i risultati del raggiungimento di quell'apice che il tre moschettieri di eleganza globale, come Pebble Beach sulla costa occidentale degli Stati Uniti, Isola di Amelia, sulla costa orientale e Villa d'Este su un'altra costa più breve e di acqua dolce, ma non per questo meno interessante, quella del Lago di Como, in Italia.

Ciò non toglie che il mondo dell'eleganza sia limitato ai suddetti concorsi e che non vi siano altri eventi a cui partecipino i fior fiore della prestigiosa produzione automobilistica, con un afflusso di pubblico. Sempre più importante.

La Germania non si dimette a non figurare tra le grandi competizioni della specialità, come le già citate americane e italiane. Né si rassegna la Francia, caduta nella banalità dopo un periodo di splendore prima della guerra. La Francia si organizza con il Concorso di eleganza di Chantilly per risalire quella vetta perduta, presunto successore del ricordato Bagatelle alle porte di Parigi che non fu molto longevo, ma di questo si dovrà occupare un'altra volta.

Ci si potrebbe chiedere dov'è il nostro paese? su quella scala che misura l'eleganza mondiale, lo stato del collezionismo e la dimensione del patrimonio storico industriale nel campo del trasporto individuale.

Nonostante abbia una vasta gamma di possibilità quando si tratta di scegliere un ambiente prestigioso appropriato, la Spagna non è nel posto che dovrebbe essere solo facendo qualche sforzo in termini di organizzazione.

banner_idv_600b

Schloss Dyck mette la Germania sulla mappa

Alla Germania, grande motore dell'industria automobilistica mondiale, manca una vetrina, sia pure nostalgica e un po' decadente, come i concorsi di eleganza, che ne rispecchi la potere antico e attuale nel campo delle carrozzerie e della meccanica prestigiose.

Uno dei tentativi più seri in tal senso lo fa da qualche anno, undici per la precisione, Schloss Dyck che, sebbene foneticamente suoni come una marca di whisky, non ha alcun rapporto con la nota bevanda Segovia.

Il palazzo fortificato di Dyck Si trova vicino a Neuss, non lontano da Düsseldorf ed è un luogo di grande bellezza naturale che si presta all'organizzazione di un concorso di eleganza che soddisfi i requisiti necessari.

Gli edifici, costruiti su diversi isolotti nella regione del Nord Reno, sono armonizzati in un'area paludosa allagata che favorisce sia la difesa della proprietà dall'arrivo di intrusi, sia la diversificazione del paesaggio nella sistemazione di giardini e aree ricreative. Sono proprio questi giardini che fungono da cornice botanica e naturale per la competizione e la disposizione a terra delle vetture di diverse categorie.

Non solo panni e camosci, ma anche benzina

Ma più che la sua precisa collocazione geografica, ciò che colpisce è che Schloss Dyck è emotivamente fuori dal mondo reale. Almeno questo è l'avvertimento trovato dal viaggiatore che attraversa i loro domini, delimitato da cartelli che lo indicano.

Il contesto Castello Dyck non è un evento congelato e statico. Il palazzo è autorizzato a chiudere al traffico una tangenziale regionale che consente l'ammirazione dinamica delle auto in diverse parate o prove di accelerazione, fornendo un ulteriore incentivo alla loro semplice esposizione inanimata.

Sebbene non si tratti certo di corse propriamente dette o di marce contro il tempo, la strada interna funge da dimostrazioni in cui i più audaci fanno rombare i loro motori senza preoccuparsi molto del contagiri.

È così dimostrato che le auto di prestigio più eleganti non sono buone solo per essere lucidate con la pelle scamosciata. Personaggi come Hans Stuck, Jochen Mass, Stirling Moss e altre celebrità sono assidui al concorso, invitati a firmare autografi e raccontare le loro esperienze ai tanti fan, oltre a mettersi al volante delle auto che hanno usato nella loro vita attiva.

Jutta Benz, Ultimo discendente vivente di Carl Benz, ha ricordato la sua antenata Bertha Benz, la prima donna e la prima persona al mondo ad aver fatto un viaggio guidando la sua auto con motore a combustione interna. Jutta guidava nei viali del palazzo una replica del triciclo a motore di Bertha Benz.

[pro_ad_display_adzone id = »41631 ″]

Sotto l'egida dell'UNESCO

Il concorso, svoltosi il 6 e 7 agosto 2016, ha attirato a Dyck un gran numero di marche e modelli degni di comparire in qualsiasi catalogo della storia dell'automobile. L'elenco dei club che si incontrano nelle vicinanze del palazzo in una vasta area coltivabile dei prodotti della regione sarebbe infinito per i dettagli. Basti dire che passeggiare per ore nel parcheggio della clubhouse è interessante quasi quanto il contenuto delle porte interne delle fosse.

Questa edizione si è svolta sotto l'egida dell'UNESCO ed è stato insignito del premio FIVA Preservation. È rassicurante che un'istituzione delle Nazioni Unite per l'istruzione, la scienza e la cultura sia interessata a un evento mondano come un concorso di eleganza di automobili potrebbe essere considerato che, inoltre, fumi se possono mettersi in moto e mettere le ruote. la loro vicinanza marrone.

Giunta alla sua undicesima edizione, era giusto per molti osservatori che una classe speciale fosse dedicata al "Elfo", undici in tedesco, come è noto in quel paese per Porsche 911. La classe supportava i modelli 911 e 912 della serie "zero". Come è noto, le prime Porsche 911 furono chiamate 901, con il famoso zero al centro vietato dalla Peugeot, che costrinse il cambio di nome del modello tedesco.

Schloss Dyck non ha "Best of Show" ...

Contrariamente a quanto è più comune in altre competizioni, allo Schloss Dyck nessun premio viene assegnato "Il meglio dello spettacolo" ma bensì premi per classi, oltre al Premio Conservazione FIVA e al premio assegnato a scelta del pubblico presente, che possono considerarsi i due premi più alti, senza l'intervento della giuria che si occupa delle vetture selezionate per rispettive classi.

El Premio per la conservazione La FIVA ha vinto una Porsche 911 del 1968 e il pubblico ("People's Choice") era per mano del proprietario di una Borgward Isabella TS Cabriolet del 1959 del 1959, che faceva parte del gruppo C.

Altri veicoli premiati sono stati:

  • gruppo A - Rolls-Royce Silver Ghost del 1914.
  • Gruppo B - Buick Open coupé Serie 40 del 1937.
  • Gruppo D - Porsche 356 SC Cabriolet del 1965.
  • Gruppo e - Thurner RSR del 1971.

Non sono mancati brand rari e modelli interessanti, difficili da ammirare al di fuori dei più importanti concorsi di eleganza, come una bella FIAT 1100 TV Boano Giannini 1956 (Boano per la carrozzeria in alluminio e Giannini per la preparazione del motore); un Chalmers 35 del 1920 non restaurato; o un Laurin & Clement 110 del 1925, solo per fare qualche esempio.

Eredità Giaguaro, sempre presente al concorso, era in viaggio da Coventry con diverse auto del suo museo, tra cui un interessante XJ13 con motore centrale a 12 cilindri, risultato dell'accoppiamento di due dei suoi famosi 6 cilindri, con una carrozzeria ricostruita da Abbey Panels Ltd.

Con i biglietti a 30,00 euro, 3,00 euro per il parcheggio dell'auto e 10,00 euro per il programma completo e necessario, il budget è più che giustificato per trascorrere una giornata memorabile in un evento di livello mondiale.

Il segnale stradale sul bordo del palazzo ce lo ricorda quando lo si lascia torniamo al mondo reale.

Cosa ne pensi?

Mario Laguna

scritto da Mario Laguna

Mario Laguna, autore del libro "The Pegaso Adventure", studioso e osservatore della storia dell'automobilismo, dei marchi e dei personaggi. Frequentatore assiduo di competizioni automobilistiche, di categorie attuali o storiche, concorsi internazionali di eleganza, conferenziere... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

49.9kFan
1.6kSeguaci
2.4kSeguaci
3.1kSeguaci