Raduno del club degli appassionati di Rolls-Royce
in

Inaspettato: Rally Rolls-Royce Enthusiasts Club

Ancora una volta il nostro Paese è stato scelto da un club di marca straniera per il suo raduno annuale. In questo caso è il Rolls Royce Twenty Owners Club, che da una settimana gira Galizia e Asturie, quindi si presume che l'evento sarà stato "turistico-gastronomico".

Questi tipi di incontri, pieni di autentiche chicche automobilistiche difficili da vedere da queste parti, sono più comuni di quanto si pensi... ma normalmente nessuno lo scopre, visto che per evitare il "piccolo problema" gli organizzatori non danno troppo pubblicità Al soggetto.

Raduno del club degli appassionati di Rolls-Royce
Raduno del club degli appassionati di Rolls-Royce
1- Imponente fila di Rolls-Royce sotto la tipica nebbia del nord
2- Rolls Twenty come dovrebbero essere: sobri e con il loro corpo originale

Ecco perché i fan spagnoli di solito lo scopriamo tardi e per caso, quando un amico passa accidentalmente davanti alla spettacolare carovana. Questo è stato esattamente quello che è successo a noi con questo rally Rolls-Royce, e grazie al fatto che il nostro fotografo Unai Ona non era troppo lontano dalle Asturie ora possiamo offrire questa notizia.

La sede “fissa” da cui partivamo ogni giorno era l'Hotel Palacio de Luces, il cui direttore ci ha gentilmente fornito le informazioni in modo che potessimo avvicinarci per scattare qualche foto. Una volta lì abbiamo potuto verificare la qualità dei modelli assemblati.

Succede spesso con le Rolls-Royce che molte abbiano perso la carrozzeria originale per essere trasformate in antiestetici sostituti delle decappottabili o delle auto sportive, modifiche che si facevano negli anni '60 e '70.

Raduno del club degli appassionati di Rolls-Royce
Raduno del club degli appassionati di Rolls-Royce
1- Un imponente Phantom II con corpo originale Barker
2- Per confrontare: corpo replica Phantom I realizzato negli anni '60 o '70

Tuttavia, la stragrande maggioranza dei Ruoli presenti a questa riunione Erano vestiti da famosi bodybuilder come Hooper o Barker e non avevano subito grosse modifiche, tutt'altro.

Per quanto riguarda i modelli, spiccavano per numero i “piccoli” 20 cv e 20/25, circostanza obbligata quando questo evento veniva organizzato dal club dei suoi proprietari, anche se si potevano vedere praticamente tutti i modelli dell'anteguerra e alcuni modelli del dopoguerra, diverse Bentley, o un Alvis TF 21 degli anni '50.

PARTI DA EVIDENZIARE

Tra tutti sarebbe difficile individuarne uno, anche se - a parere di questo modesto scrittore - il Silver-Ghost Alpine Eagle in bianco (il più antico nella citazione), il sobrio 20 HP con ruote a raggi in metallo e un Coupé -carrozzeria medico recuperata dopo essere stata trasformata in camioncino durante la seconda guerra mondiale. Inoltre, un 20/25 con un grazioso corpo Windovers con affascinanti dettagli sportivi come l'assenza di pedane.

Raduno del club degli appassionati di Rolls-Royce
Raduno del club degli appassionati di Rolls-Royce
1- La preziosa Silver Ghost Alpine Eagle
2- A Twenty e 20/25 Windovers

Il lavoro del copilota

Su questo percorso, oltre a coprire un discreto numero di chilometri, si pensava anche ai compagni, e il giorno in cui sono state scattate queste fotografie è stato dedicato a un concorso di eleganza molto speciale.

Si trattava di vestire le famose statuette dello spirito dell'estasi con i tipici “vestiti” spagnoli realizzati con articoli di vario genere che i partecipanti dovevano cercare nei supermercati o nei negozi di souvenir.

Data la tradizionale gentilezza britannica, il nostro fotografo Unai è stato invitato a partecipare a uno dei Rolls partecipanti… e anche a far parte della giuria del concorso di eleganza!

Raduno del club degli appassionati di Rolls-Royce
Raduno del club degli appassionati di Rolls-Royce
1- Un rotolo di Faralaes?
2- Questa ventina è stata degna di un premio per la sua bellissima carrozzeria phaeton

Ed è che in questi eventi tutte le cose buone del nostro hobby, di cui gli inglesi sono pionieri, di solito si uniscono. Per fare un esempio del livello di organizzazione, anche il luogo in cui ogni auto doveva essere parcheggiata per la foto finale è stato delimitato dal presidente del club con una vernice spray temporanea.

Resta solo che d'ora in poi continuano a venire nel nostro paese con altrettanta - o più - frequenza, e che ricordano che anche i fan spagnoli amano vedere, o addirittura partecipare, a eventi di questo calibro. Fino al prossimo anno, e Maggiori informazioni, per favore!

 

[gruppo adrotate = »5″]

Galleria fotografica, di Unai Ona


 

Cosa ne pensi?

Francisco Carrion

scritto da Francisco Carrion

Mi chiamo Francisco Carrión e sono nato a Ciudad Real nel 1988, un luogo che all'inizio non era simile alle auto d'epoca. Per fortuna mio nonno, dedito al settore automobilistico, aveva amici che possedevano auto d'epoca e partecipava al raduno annuale che si teneva (e continua a tenersi) nella mia città natale... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

50.3kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.1kSeguaci