in

SorpresoSorpreso

PowerArt spiega come le nuove leggi sulla mobilità influiscano sui classici

Attualmente siamo in un momento di cambiamento per quanto riguarda le leggi relative alla mobilità. Tutto questo sulla base di quanto previsto dalla direttiva europea sulla mobilità sostenibile, che ha un impatto diretto sulle leggi comunali dei comuni con più di 50.000 abitanti. In questo senso sorgono molti interrogativi facilmente risolvibili se andiamo a fonti specializzate. L'ultimo video PowerArt lo fa, quindi è assolutamente necessario vederlo.

L'uso delle nuove tecnologie ha consentito un migliore accesso alle informazioni. Il rovescio della medaglia si riflette però nella facilità con cui paure e paure trovano altoparlante sulle reti. In questo modo, sta diventando sempre più comune affrontare accesi dibattiti dove la serena argomentazione da tempo lasciò il posto a dati frammentati e toni virulenti. Un fenomeno che caratterizza la nostra epoca. Protagonista del paradosso tra facile accesso alle informazioni e scarso interesse a filtrarne la qualità.

In tal senso, è opportuno soffermarsi e andare alle fonti prima di emettere una sentenza o un'opinione su questo o quell'argomento. Soprattutto quando veniamo coinvolti in un crocevia di affermazioni contraddittorie. Proprio quello che accade ormai da tempo in relazione ai veicoli classici. Più precisamente a restrizioni d'uso che le nuove normative impongono a qualsiasi modello storico o, semplicemente, sprovvisti di un certo adesivo che ne garantisca l'idoneità alle emissioni.

Per questo motivo, in questo momento, le pubblicazioni verificate sono di particolare interesse. Proprio per evitare falsi timori come il senso da parte dei tifosi in merito al futuro legale degli stessi. Ovviamente siamo in un periodo di modifiche legislative in materia di mobilità sostenibile. Per questo dobbiamo essere attenti a parlare con una sola voce in difesa dei nostri veicoli, ma anche riconoscendolo "C'è più rumore che realtà". Una delle conclusioni raggiunte da Guillermo García nel suo video del canale potere art.

ULTIME NOTE SULLA SITUAZIONE

Abituati all'immediatezza del titolo o alla pubblicazione in rete, sembra che 50 minuti del nostro tempo siano troppo lunghi per mantenere l'attenzione. Tuttavia, come fan dei modelli vintage, vale la pena ascoltare l'ultimo post del canale PowerArt. In esso Guillermo García intervista Iván Vicario -Classic Cars-, Rafael Fernández -FEVA- e Javier Romagosa -Sergio Romagosa y La Escudería brokeraggio assicurativo-. Tutti loro specialisti di diversi settori nella situazione del motorsport classico e storico nel nostro paese.

Attraverso vari interventi montati sulla base delle spiegazioni e della narrazione di Guillermo García, viene analizzato l'impatto della direttiva europea sulla mobilità sostenibile. Un nuovo quadro normativo tradotto in leggi sulla mobilità che tutti i comuni con più di 50.000 abitanti dovranno approvare. In loro, dovranno essere determinate le zone a bassa emissione per cui è necessario discutere l'adattamento dei veicoli a combustione più vecchi. In questo senso, la prima conclusione da trarre è che i limiti ai classici si troveranno in termini di accesso ai centri cittadini.

Non così per quanto riguarda le strade, dove possiamo continuare a circolare nella totale normalità. Dietro questa situazione c'è il disparità tra il modello stabilito da Barcellona e quello scelto da Madrid. Quest'ultimo è stato raggiunto dopo una trattativa tra FEVA e Comune, garantendo una maggiore libertà di accesso fintanto che è disponibile la registrazione storica. Un altro dei dibattiti più urgenti per i tifosi. Necessità di sapere esattamente quali sono i vantaggi o gli svantaggi di questa procedura.

Oltre a questi temi, il video apre un interessante dibattito sulla situazione giuridica che il cosiddetto “youngtimers”. Troppo nuovo per essere considerato storico ma lontano dai limiti di emissioni imposti agli ultimi modelli. Un preoccupante limbo per legiferare attraverso la gestione di misure come a possibile nuova registrazione secondo il portavoce della FEVA. Detto questo, anche se di solito ci piacciono le pubblicazioni relative ai test o alla storia degli sport motoristici, vale la pena conoscere la situazione dei nostri fan grazie all'ultimo video PowerArt.

Cosa ne pensi?

foto dell'avatar

scritto da Miguel Sanchez

Attraverso le notizie de La Escudería, percorreremo le tortuose strade di Maranello ascoltando il rombo del V12 italiano; Percorreremo la Route66 alla ricerca della potenza dei grandi motori americani; ci perderemo negli stretti vicoli inglesi seguendo l'eleganza delle loro auto sportive; accelereremo la frenata nelle curve del Rally di Montecarlo e ci sporcheremo anche in un garage recuperando gioielli perduti.

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

56.5kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.4kSeguaci