Motore Mercedes W18
in

Esperimento Mercedes negli anni '90: 18 cilindri e quasi 700CV per la W140

FOTO MERCEDES CLASSE S W140 W18: MEDIA DAIMLER

La mattina del 25 luglio 1909 non era di buon auspicio per Louis Blériot. Stava ancora camminando con le stampelle dopo essersi scottato una gamba, soffiava un vento strano e, per di più, quando ha avviato il suo aereo l'elica ha fatto la carne tritata di un cane che passava. Erano tutti cattivi presagi. Hanno anche dato pioggia sul mare. Ma nonostante, il nostro intrepido aviatore è decollato da Calais all'alba per atterrare vicino a Dover 37 minuti dopo. Contro ogni previsione, Blériot aveva appena completato il primo volo sulla Manica grazie a un aereo con motore W.

Un Anzani di soli 25CV originariamente progettato per alimentare le moto ma che, nonostante i suoi problemi di raffreddamento, è riuscito ad entrare nella storia dell'aviazione attraverso il portone. Dotato di soli tre cilindri, Questo primo motore W era la base per dispositivi molto più raffinati. Certo, è stato necessario attendere la fine degli eccessivi anni '80 per contemplare una resurrezione di questi motori complessi in cui, calcolando multipli di 3, si è arrivati ​​fino a 18 cilindri.

mercedes w18
Blériot armato del suo piccolo motore W3

Ed è quello, solo in quegli anni segnati da supercar e grandi berline, è stato quando il motore in W ha potuto vivere la sua resurrezione. Di esso, il Gruppo Volkswagen è quasi l'unico protagonista. Naturalmente, attraverso i propri modelli di marca ma anche sussidiarie come Audi, Bentley o Bugatti. Un nuovo capitolo nella storia del motore in W dove, dalla mano di Mercedes, un cilindri W18 si insinua nel pensare di motorizzare la Classe S W140, il suo fiore all'occhiello nei primi anni novanta. Stiamo parlando del motore M126.

LA RISURREZIONE DEL MOTORE IN W DURANTE I 90

Sebbene sia stato applicato con una certa diffusione in aeronautica, il motore in W è stato rapidamente sostituito da radiale intorno al 1910. Un disuso che ebbe solo alcuni dispositivi Isotta Fraschini come il canto del cigno alla fine del decennio successivo, periodo in cui già vediamo alcuni W18 come l'Asso 1000. Un propulsore capace di produrre più di 1100CV che, però, non aveva molta applicazione. Di fatto, per decenni il motore in W languiva fino all'arrivo della Volkswagen negli anni novanta.

motore in W
Il motore aeronautico W18 di Isotta Fraschini.

Dopo il fallimento finanziario della EB110, Bugatti Automobili ha chiuso con riluttanza nel 1995 per distruggere la sua fabbrica. Tuttavia, nel 1998 il Gruppo Volkswagen ha rilevato il marchio ei suoi diritti attraverso l'impegno personale di Ferdinand Piëch. Interessato al fatto che il mondo non vedesse l'operazione come una semplice azione pubblicitaria, Piëch dimostrò di essere serio commissionando il prototipo EB118 ad Italdesign. E per di più, lo ha dotato della creazione di a motore W molto complesso con 18 cilindri e 550CV di aspirazione atmosferica.

mercedes w18
Questo motore Bugatti è stato realizzato, principalmente, grazie a componenti montati sulla VW standard. Foto: Volkswagen AG.

Un vanto meccanico che, sebbene non sia arrivato in serie a causa del suo enorme costo, è stato l'ispirazione per la meccanica del motore W che caratterizza le Bugatti Veyron e Chiron. Inoltre, Volkswagen ha sviluppato un potente W12 per modelli come Phaeton, Touareg, Audi A8 o Bentley Continental GT. E anche un W8 più modesto per alcune versioni della Passat. Una panoplia di banchi che, però, aveva un precedente infruttuoso in Mercedes, che Non voleva applicare alla serie il suo motore M126 con 18 cilindri.

M126. MOTORE IN W18 PER CLASSE S W140

Lanciate nel 1954, le berline della Classe S sono state per decenni il top della gamma Mercedes. Per molti si tratta del massimo distillato dello spirito del brand, presentandosi come un anticipo di sontuose novità poi applicate al resto dei modelli. Nel 1991 viene presentata la W140, terza generazione di questa serie di berline che dovevano dare un colpo d'effetto per prendere le distanze da Jaguar e BMW capaci di farsi le palle con i loro V12. Quindi gli ingegneri Mercedes hanno soppesato l'idea di un motore W per creare qualcosa di veramente unico.

mercedes w18
Classe S W140. Salone al suo meglio. Foto: Media Daimler.

Così, hanno pensato a un meccanico con tre bancate a 75º. Con questa disposizione, il motore M5 non sarebbe più lungo di un sei cilindri pur contando né più né meno di diciotto. Un prodigio meccanico che, Con i suoi otto litri di cilindrata, sarebbe offerto in due versioni da 490CV -con 750Nm- e 680CV -800Nm-. Indubbiamente, avendo portato questo motore della W nella serie Mercedes, avrebbe trovato quel fattore di differenziazione che tanto cercava. Tuttavia, il prestigio del marchio non consigliava di andare alla cieca, e tanto meno a un prezzo astronomico.

mercedes w18
Schema motore M124. Foto: Media Daimler.

Punto preciso in cui è morto il nostro protagonista, visto che M126 era molto costoso da produrre. A maggior ragione se si tiene conto della 'ragionevolezza' del motore alternativo M120; un V12 da sei litri che nel modello 600 SE supera i 400CV. Più che sufficienti per una berlina come Classe S, impegnata anche nel rispetto delle emissioni in Europa e negli Stati Uniti. Argomenti razionali che hanno rovinato questo motore in W18. Certo, non sarebbe stato male vederlo in azione.

Infine, apprezziamo un'autonomia averci ricordato la sua esistenza! 😉

Cosa ne pensi?

Miguel Sanchez

scritto da Miguel Sanchez

Attraverso le notizie de La Escudería, percorreremo le tortuose strade di Maranello ascoltando il rombo del V12 italiano; Percorreremo la Route66 alla ricerca della potenza dei grandi motori americani; ci perderemo negli stretti vicoli inglesi seguendo l'eleganza delle loro auto sportive; accelereremo la frenata nelle curve del Rally di Montecarlo e ci sporcheremo anche in un garage recuperando gioielli perduti.

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci