mille miglia 2018
in

Mille Miglia 2018: Vai Avanti!

TESTO: FRANCISCO CARRIÓN / CARATTERISTICHE FOTO: JAVIER ROMAGOSA

le mille miglia, l'evento stradale per eccellenza nel mondo torna in Italia dal 16 al 18 maggio con la tradizionale rotta Brescia-Roma-Brescia. In scoop e quasi dal vivo, visto che le fotografie le abbiamo scattate a Brescia durante i primi metri del percorso, da L'Escuderia Assistiamo a questo autentico spettacolo, estasiati dalla qualità che il parco chiuso offre anno dopo anno. Questa edizione "classica" non ha quasi nulla da invidiare alle autentiche gare che si sono svolte dagli anni '20 agli anni '50, ma questo "quasi" lo vedremo più avanti.

La partenza da Brescia Succede, come tutto alla Mille Miglia, in uno scenario spettacolare nel centro storico della città. E anche alcuni sponsor, marchi o aziende specializzate come il ristoratore tedesco Kienle hanno allestito piccoli stand lì. Da quanto visto in questa prima giornata possiamo evidenziare che molti dei 450 team che partecipano "ufficialmente" lo fanno in sella a Mercedes Benz 300 SL Ali di gabbiano.

Ad esempio, c'è solo una squadra spagnola iscritti quest'anno, e vengono con una di queste auto. Il loro numero travolge e supera i venti, e possiamo affermare senza timore di sbagliare che queste Mercedes sono state incoronate come le “911 della Mille Miglia”; un'auto costosa ed esclusiva che si basa sulla ripetizione in questo evento quasi perdono interesse.

Se mantieni - o aumenti - il tuo interesse diverse auto che vengono recentemente restaurate come una bellissima Aston Martin DB2 / 4 Roadster carrozzata da Bertone nei primi anni '50, o una pudica Fiat 8V Zagato che aveva poco da invidiare alle Ferrari dell'epoca. E a proposito di Ferrari, oltre ai tanti e vari vassoi tradizionali della Mille Miglia, quest'anno abbiamo potuto vedere la Ferrari 212 Inter del 1953 che Roberto Rossellini e Ingrid Bergman usavano per lunghi viaggi, che partecipa anche lui attrezzatissimo con un portapacchi era e due enormi valigette su di esso.

Mille Miglia 2018: Famosa, popolare e con qualche battuta d'arresto

Il tema del "famoseo" È molto diffuso e comune anche alla Mille Miglia, e non solo con personaggi del passato; attualmente molti marchi invitano i conducenti in pensione, come è avvenuto quest'anno con l'Alfa Romeo. Ai comandi di una 6C 2300 del 1934 abbiamo visto ad esempio l'ex pilota di F1 Giancarlo Fisichella.

E anche se lusso e glamour sono la norma, puoi anche partecipare alla Mille Miglia con auto popolari, a condizione che avessero corso nella gara originale. Così abbiamo osservato occasionalmente la Triumph TR3, e dall'Olanda è arrivata anche un'umile Simca Aronde, caso curioso in cui il prezzo dell'immatricolazione molto probabilmente supera quello della stessa vettura partecipante.

La giuria che accoglie le candidature inasprisce ogni anno la scala, eppure anche in questa edizione 2018 abbiamo potuto vedere qualche altro stupido all'uscita di Brescia. Una Mercedes Benz 190 SL equipaggiata con orribili cerchi moderni o un arco di sicurezza è qualcosa che non ci aspettavamo, ma tanto meno potremmo immaginare di trovarci con tutto un "gof", verificato e pronto a partecipare: una Fiat 1500 del 1937 che era nata con una sobria carrozzeria berlina 4 porte, recentemente rifinita in Belgio. Per finire la torta, l'auto ha ruote Jaguar XK inadeguate ed è stata messa all'asta da Bonhams a Parigi nel 2016, quindi le informazioni erano disponibili per chiunque!

Infine, un evento molto sfortunato che si è verificato quando la Mille Miglia non era nemmeno iniziata. Pochi giorni prima che venisse rubato tutto a Alfa Romeo 6C 2500 Cabriolet Touring del 1942 che era già iscritto come partecipante, e l'hanno portato sul rimorchio in cui è stato trasportato all'evento. Con il fiocco in testa, andiamo. Speriamo che la macchina si riprenda presto, e nel frattempo abbiamo ancora due giorni per goderci la gara più emozionante del mondo.

Hai voglia della Mille Miglia? Leggi la nostra cronaca 2015!

Cosa ne pensi?

Francisco Carrion

scritto da Francisco Carrion

Mi chiamo Francisco Carrión e sono nato a Ciudad Real nel 1988, un luogo che all'inizio non era simile alle auto d'epoca. Per fortuna mio nonno, dedito al settore automobilistico, aveva amici che possedevano auto d'epoca e partecipava al raduno annuale che si teneva (e continua a tenersi) nella mia città natale... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci