motoscafo ferrari
in

Barca Ferrari Arno XI: un cavallo d'acqua

FOTO: REGISTRO DUPONT / FERRARI CLASSICHE

La meccanica automobilistica è un affluente dell'aeronautica. Questa non è una novità. In questo momento, molti di voi penseranno agli immensi motori prebellici installati nelle auto da record di caccia. Tuttavia, e al di là di questi veicoli impressionanti e isolati, la verità è che elementi comuni come il turbo o l'iniezione diretta derivano dal cielo. Qualcosa che continua a sorprendere molti fan, oltre a scoprire un Motoscafo Ferrari.

E sì, la Ferrari non è solo uscita dal suo tipico percorso stradale o in circuito con il 308 GTB per Gruppo 4 e B. C'è anche un esempio isolato che indicava l'acqua come una barca da regata. Riguarda 1952 Ferrari Arno XI. Un progetto abbastanza sconosciuto che, lungi dall'essere la semplice idea di un privato, ha avuto il deciso appoggio della stessa Scuderia, sedotta dall'idea di essere il più veloce sull'acqua.

Per questo, questo motoscafo Ferrari ha al centro un motore derivato direttamente dalla F1. Qualcosa a cui si aggiungono vari cambiamenti nella meccanica per rendere questa barca da regata un asso acquatico che conserva ancora il record mondiale di velocità nella sua categoria di 800 chili. Oggi in perfette condizioni, la Ferrari Arno XI è attualmente in vendita ad un prezzo dichiarato solo previa consultazione.

BARCA FERRARI ARNO XI. UN V12 SULLE ACQUE

Achille Castoldi è uno dei nomi chiave nella storia delle regate sull'acqua. Classe 1904, questo ingegnere iniziò a collezionare record mondiali di velocità dal 1930. Man mano che saliva di categoria, la sua ambizione lo fece nel tempo, richiedendo motori sempre più potenti. Così, dopo aver alternato dispositivi Maserati e Alfa Romeo applicato alle loro barche, essere i più veloci nel segmento degli 800 chili richiedeva qualcosa in più: un motoscafo Ferrari.

motoscafo ferrari

Così, nel 1952 Castoldi utilizzò i suoi buoni rapporti con Alberto Ascari e Luigi Villoresi per raggiungere Enzo Ferrari. Considerando che questi due piloti sono stati i primi della Scuderia in una F1 appena aperta nel 1950… Non poteva certo avere ambasciatori migliori. A questo punto l'idea era chiara: far consegnare agli uomini di Maranello uno dei motori della scorsa stagione di F1. Né più né meno di a V12 da 4 litri e 5CV cuore della 385 F375.

Sedotto dall'idea di essere anche il più veloce sull'acqua, Enzo Ferrari collaborò volentieri, coinvolgendo Aurelio Lampredi - capo progettista motori - a lavorare con Castoldi. Con queste strutture il ritmo di lavoro stava accelerando, avendo questa imbarcazione Ferrari pronta nel 1952. Si Certamente, la Ferrari Arno XI eleva la potenza del motore originale a 550/600CV grazie a due compressori e un rapporto di compressione molto più esigente. Tutto per muovere i suoi 6,2 metri di lunghezza.

1953. UNA FERRARI VERSO IL RECORD DEL MONDO

Dopo alcune prime prove, il 15 ottobre 1953 arrivò l'ora decisiva per questa barca da regata. Batti il ​​record mondiale di velocità nella categoria 800 kg. Per questo Castoldi si trasferì sul Lago d'Iseo - vicino a Bergamo-. Là raggiunto 242'708 km/h di velocità massima top, raggiungendo un primato che non è stato ancora superato all'interno della sua categoria. Un grande successo per questa barca Ferrari, che sarebbe rimasta in competizione ancora per qualche anno. Ovviamente solo uno in più con Castoldi, visto che nel 1954 subì un duro incidente che ne causò il ritiro.

Conservato in un magazzino, fu recuperato per l'azione da Nando Dell'Orto, che acquistò questa barca da regata nel 1958. Apportando alcune modifiche al motore, questo nuovo armatore fece vincere all'Arno XI il Campionato Europeo 1963. Dopo questa seconda vita, il motoscafo Ferrari finì nei magazzini fino alla fine degli anni '90, momento in cui viene nuovamente visto in incarichi temporanei al Museo Ferrari. Qui sperimenta anche il suo primo restauro, che non ha toccato molto il motore. Qualcosa che è stato corretto solo pochi mesi fa con il meticoloso lavoro svolto da Ferrari Classiche.

Ora questo motoscafo Ferrari Arno XI del 1952 sembra come i primi giorni, sperando di trovare un nuovo proprietario attraverso il Registro Dupont. Decisamente, una delle Ferrari più strane di sempre. Infatti, l'unico progettato per muoversi sull'acqua.

Cosa ne pensi?

Miguel Sanchez

scritto da Miguel Sanchez

Attraverso le notizie de La Escudería, percorreremo le tortuose strade di Maranello ascoltando il rombo del V12 italiano; Percorreremo la Route66 alla ricerca della potenza dei grandi motori americani; ci perderemo negli stretti vicoli inglesi seguendo l'eleganza delle loro auto sportive; accelereremo la frenata nelle curve del Rally di Montecarlo e ci sporcheremo anche in un garage recuperando gioielli perduti.

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci