in

Joaquín Folch annuncia il suo ritiro dalla storica F1 dopo oltre due decenni

15 sono stati i piloti spagnoli con la partecipazione al Campionato Mondiale di F1. Una storia che risale al 1951, quando Paco Godia corse al Gran Premio di Svizzera. Da allora, il nostro viaggio come Paese è stato segnato da apparenze tanto precarie quanto distanziate. Qualcosa a cui l'arrivo di Fernando Alonso ha messo fine, che si è visto anche nella facilità con cui abbiamo potuto finalmente vedere le gare in televisione. Ed è che, fino ad allora, la predilezione per la F1 nel nostro Paese era così scarsa da avere a malapena copertura mediatica.

Ecco perché, in Spagna, vale la pena notare qualsiasi sforzo per introdurre una maggiore cultura automobilistica. Ecco perché non dimenticheremo mai recentemente scomparso Adrián Campos, ma nemmeno il lavoro di promozione delle corse classiche svolto da Joaquín Folch. Figura indiscussa dello storico GP di F1, questo pilota ai comandi di ex vetture della classe regina dal 1997 ha appena annunciato il suo ritiro dal Campionato FIA di Formula Uno Storico.

Un annuncio che, però, non la allontanerà dalla concorrenza, visto che continuerà a comparire in classi come le GT o le Sport Prototipi. Veicoli in cui, come disse lui stesso anni fa, le sensazioni sono molto diverse perché hanno la protezione fornita dall'abitacolo e dalle ruote coperte. Tuttavia, ora è il momento di guardare a un passato che è stato aperto quando nel 1997 Joaquín Folch ha fatto il suo debutto ai comandi di una Williams FW08C a Digione durante uno storico GP del campionato di F1. La puntura che lo portò ad acquistare una Lotus con la quale iniziò a correre la stagione successiva.

JOAQUÍN FOLCH. UNA VITA VICINO AI CLASSICI

Sebbene sia diventato un punto di riferimento per gli sport motoristici nazionali, la verità è che Joaquim Folch ha iniziato a gareggiare in moto. Dal 1975 al 1988, infatti, la sua carriera sportiva è stata fatta su due ruote. Qualcosa che è cambiato per essere introdotto a poco a poco in Sport Prototipi, GT e Formula Junior. A questo punto, l'acquisizione di una Lotus ha reso possibile il suo ingresso in un campionato dove è rimasta per 22 anni. Anni in cui ci sono stati momenti brillanti come la vittoria nel 2004 Jarama GP, la prima delle sue scalate sul gradino più alto del podio.

Durante la sua carriera, Joaquim Folch ha collegato i nomi delle prime pagine. Lanciato in questo mondo da Clive Chapman e dal suo team CTL, sarebbe arrivato il ruolo di mentore di Simon Hadfield. E anche l'indirizzo di Bernie Ecclestone. In effetti, l'auto che ha offerto è una delle più simboliche e ricordate nella carriera di Folch. Ed è quello abbiamo visto tante volte pilotare la Brabham BT49 disegnata da Gordon Murray con pulito decoro Parmalat blu e bianco.

Un'auto con la quale Folch ha registrato i migliori risultati medi della sua carriera, terminando il suo rapporto con lui dopo il ritiro di Fredy Kumschick come team manager nel 2015. Dopo questo, gli ultimi quattro anni sono stati nella squadra di Nick Padmore, essendo la partecipazione a Spa 2019 la sua ultima gara. Da allora tutto è stato sospeso. Come tante altre cose dall'inizio della pandemia, con l'inizio del 2021 che è stato il momento in cui Joaquim Folch ha annunciato definitivamente il suo ritiro dal Campionato FIA di Formula Uno storico.

Così finisce più di due decenni contribuendo a migliorare la cultura automobilistica in Spagna. Un punto di riferimento quando si tratta di fare il meglio che si può fare con un classico. Guidalo e non condannarlo a essere un pezzo da museo statico.

FOTOGRAFIE: UNAI ONA

Cosa ne pensi?

Miguel Sanchez

scritto da Miguel Sanchez

Attraverso le notizie de La Escudería, percorreremo le tortuose strade di Maranello ascoltando il rombo del V12 italiano; Percorreremo la Route66 alla ricerca della potenza dei grandi motori americani; ci perderemo negli stretti vicoli inglesi seguendo l'eleganza delle loro auto sportive; accelereremo la frenata nelle curve del Rally di Montecarlo e ci sporcheremo anche in un garage recuperando gioielli perduti.

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci