jaguar e type harold & maude
Ancora pronto a portare morto, non perde la sua sportività. Fonte: Petrolicious.
in

Un giaguaro della morte: l'E-Type di Harold & Maude

Insieme all'Aston Martin DB7, la Jaguar E-Type è il punto di riferimento per l'elegante sportività inglese. Un'icona di design e meccanica che milioni di appassionati sospirano da decenni, sia nella sua coupé che cabrio o... funerale. Sì, avete letto bene: la sua versione funebre. Ma calma, anche se molti vorrebbero fare il loro "ultimo giro" in una cavalcatura come questa, la verità è che Jaguar non ha mai visto la redditività in una versione come questa.

Il modello in questione è stato ideato per il mitico film Harold e Maude, il film del 1971 in cui un giovane ossessionato dalla morte e dai metodi suicidi incontra a un funerale una vecchia allegra che ama i furti d'auto. All'epoca il film ricevette incomprensioni e critiche da tutte le parti: quasi nessuno riuscì a vedere con sufficiente ironia il fascino di questa black comedy firmata dal vincitore di un Oscar Hal asbhy.

Tuttavia, dopo più di 12 anni il film iniziò a riscuotere un grande successo commerciale, diventando oggi un today nastro di culto autentico. E non solo per quelli di noi che sono seguaci del regista grazie a opere come "Questa Terra è la mia Terra" -in cui racconta la vita di Woody Guthrie-, "L'ultimo dovere" -con il grande ruolo di Jack Nicholson- o "Passiamo la notte insieme" -documentario con il tour dei Rolling Stones nell'82 -.

jaguar e type harold & maude
Ancora modificata in modo così unico, la E-Type è una delle auto più belle mai progettate. Montatura: Petrolicious.

UNA JAGUAR E PER LA MORTE

Nel film, la madre del protagonista è stufa di suo figlio alla guida di una Cadillac funebre. Essendo una famiglia benestante, acquistò rapidamente a suo figlio una nuovissima Jaguar E-Type, un'auto molto più appropriata per un giovane aristocratico anglosassone. Ma nonostante, il nostro cupo protagonista fa subito il suo dovere trasformando la Jaguar in un carro funebre.

L'auto è stata preparata per la produzione della Paramount Records, finendo distrutta quando è stata lanciata da una scogliera nella scena finale del film. Scena che, tra l'altro, ha un evidente rapporto con un altro film cult: Quadrofenia. Il film del 1979 con una scena finale molto simile a quella di Harold e Maude, in cui il giovane ribelle Jimmy fa esplodere la sua Vespa sulle scogliere di Brighton per porre fine alla sua vita travagliata Mod.

Sia la cupa Jaguar E-Type di Harold & Maude che la bellissima Vespa di Quadrophenia sono simboli di un'ossessione giovanile che vengono gettati nel vuoto dai protagonisti, che sfuggono in entrambi i casi, e all'ultimo momento, a una morte annunciata sull'orlo del precipizio.

LA RICOSTRUZIONE DI KEN ROBERTS

Ken Roberts Lui e sua moglie sono un collezionista di auto d'epoca dell'Arizona. Ma non un collezionista qualsiasi: adora le repliche delle auto legate al cinema. Di fatto, possiede una replica di Piccolo bastardo: la Porsche 550 Spyder con la quale James Dean perse la vita. E da quello che vediamo ... non è l'unico veicolo "tetro" nel tuo garage.

Dopo aver fatto ricerche attraverso una moltitudine di club Jaguar, si rese conto che non c'era nessuno che avesse fatto una copia della Harold & Maude Jaguar E-Type, quindi decise di essere il primo. Da una decappottabile E-Type è iniziata la sua ricreazione, la parte più complessa è il tetto posteriore, che è stato ottenuto da un classico giapponese che, per il suo prezzo, Ken preferisce non rivelare. Secondo gli indizi di Ken, la copia è costata una somma generosa, ma è una copia unica che riporta in vita il film fin nei minimi dettagli.

Tuttavia, come abbiamo visto in un elenco di unità della sua collezione, Ken Roberts fa tesoro anche di una Jaguar E-Type decappottabile molto più adatta alla guida sotto il cielo limpido dell'Arizona.

Cosa ne pensi?

Miguel Sanchez

scritto da Miguel Sanchez

Attraverso le notizie de La Escudería, percorreremo le tortuose strade di Maranello ascoltando il rombo del V12 italiano; Percorreremo la Route66 alla ricerca della potenza dei grandi motori americani; ci perderemo negli stretti vicoli inglesi seguendo l'eleganza delle loro auto sportive; accelereremo la frenata nelle curve del Rally di Montecarlo e ci sporcheremo anche in un garage recuperando gioielli perduti.

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci