sede dei pre-indici scolastici
in

La Seat Apprenticeship School compie 60

L'impegno di SEDE per la formazione e il talento festeggia l'anniversario e lo fa con il compimento dei 60 anni di vita del Scuola di apprendistato. Questo centro di eccellenza per la formazione professionale è nato nel 1957 con l'obiettivo di formare giovani professionisti nel campo dell'industria automobilistica e in questo periodo sono già passati più di 2.600 studenti.

Durante questi sei decenni, la Scuola di Apprendistato SEAT si è adattata ai cambiamenti e agli sviluppi dei piani di formazione professionale, incorporando programmi pionieristici come l'implementazione, dal 2012, del sistema Dual Vocational Training (FP), ispirato al modello tedesco. Questo programma combina la formazione teorica e pratica in aula con periodi di lavoro negli stabilimenti produttivi di SEAT. Gli studenti sottoscrivono un contratto di formazione e apprendistato che consente loro di contribuire e percepire uno stipendio mensile derivato dal lavoro svolto.

L'alto livello tecnico delle strutture e dei formatori, insieme al with pratiche di formazione in un ambiente reale, Hanno promosso il successo della SEAT Apprenticeship School, nella quale attualmente studiano e lavorano 163 giovani. Xavier Ros, Vice President Human Resources di SEAT, mette in evidenza l'encomiabile lavoro della Scuola nella strategia formativa dell'azienda.

[citazione]

“I giovani trovano una triplice opportunità: imparare un mestiere, svilupparlo in un ambiente di lavoro reale e entrare a far parte dello staff con un contratto a tempo indeterminato al termine del percorso formativo. Il fatto che uno studente su due che ha frequentato il Scuola di apprendistato fa parte dell'attuale organico SEAT e che l'11% dei dirigenti della società proviene da tale centro condivide la strategia aziendale seguita”.

[/ su_quote]

Il Dual FP offerto dalla SEAT Apprenticeship School permette agli studenti di conseguire una doppia laurea, tedesca e spagnola, dopo aver superato una formazione di 4.600 ore, distribuito in tre corsi. La formazione nelle aule e nei laboratori della scuola è abbinata alle ore nei centri di produzione, dove lavorano sotto la guida e la supervisione di tutor formati dalla Camera di Commercio tedesca. Questa formazione, basata sul modello tedesco, offre loro una formazione globale che li prepara in modo completo a risolvere le sfide che la loro vita quotidiana porrà.

In un settore di cambiamenti costanti e dirompenti come l'industria automobilistica, la formazione e l'istruzione dei professionisti è la chiave del successo delle organizzazioni. “Sono il futuro dell'azienda. Abbiamo bisogno di giovani che abbiano voglia di imparare e adattarsi ai cambiamenti”, ha aggiunto Saverio Ros. Giovani come il recentemente premiato Marc Estapé Martos, studente della SEAT Apprenticeship School che, dopo aver completato la sua formazione triennale, è entrato a far parte dell'area Paints a metà del 2015. Estapé è stato uno dei 45 studenti provenienti da 19 paesi, nei 5 continenti, che il Gruppo Volkswagen ha riconosciuto per le loro straordinarie prestazioni e competenza professionale.

sede dei pre-indici scolastici
Foto per gentile concessione di Seat

Seat Apprenticeship School: nuove modalità di apprendimento

L'attrazione del talento e la fidelizzazione dei migliori professionisti costituiscono una priorità per la crescita e il miglioramento della competitività di SEAT, da qui l'importanza che l'azienda attribuisce all'istruzione e alla formazione dei propri lavoratori. Per questo, scommette su nuovi formati di apprendimento che ispirano i loro team e forniscono loro una formazione esperienziale e innovativa.

Nell'ambito di questa visione, l'azienda ha implementato Colloqui SEAT, un incontro in cui si offre ai lavoratori una prospettiva diversa sui temi socio-economici, invitandoli a riflettere su aspetti utili per il presente e il futuro del loro lavoro. In quello che è stato il primo giorno dell'iniziativa, digitalizzazione è stato il tema centrale attraverso diversi colloqui stimolanti e creativi.

SEAT Talks fa parte della strategia EASY dell'azienda, una serie di progetti strutturali per aiutare SEAT ad avanzare nel suo processo di digitalizzazione e posizionamento come fornitore delle soluzioni di mobilità più semplici. Tra questi, l'area Risorse Umane sta sviluppando il progetto Tiki Taka, che cerca di rendere più facile il modo di lavorare nell'organizzazione e il modo in cui i dipendenti si relazionano tra loro.

D'altro canto, e tenendo conto che il 24% dei 14.000 dipendenti SEAT sono Millennials, Il ruolo di questo gruppo come leva di cambiamento nel processo di trasformazione digitale vissuto dal brand è innegabile. Da qui l'ascolto attivo per il quale SEAT ha scelto di definire nuove modalità di lavoro adatte alle sue preferenze.

In linea con questa strategia, SEAT ha organizzato lo scorso settembre a laboratorio digitale collaborativo, Basato su Facebook e con giovani dipendenti fino a 27 anni. L'obiettivo era identificare opportunità di miglioramento nelle aree della cultura e della leadership, dello sviluppo e dell'apprendimento, della retribuzione e delle prestazioni e delle modalità di lavoro. I risultati hanno evidenziato il desiderio dei millennials SEAT di lavorare in un'azienda totalmente digitale, connessa e flessibile, in cui è stato dato spazio per sviluppare autonomia e flessibilità, sono stati promossi il lavoro collaborativo, la co-creazione e il co-working interni, tra gli altri.

SEAT è il più grande datore di lavoro del settore e uno dei più grandi del Paese. Nel 2015 ha contribuito allo sviluppo economico della Spagna con la creazione di 90.250 posti di lavoro (direttamente e indirettamente). La sua attività ha un significativo effetto di trascinamento sul tessuto imprenditoriale e industriale del Paese: per ogni posto di lavoro creato direttamente da SEAT, in Spagna sono stati creati un totale di 6,5 posti di lavoro.

*Notizie preparate da comunicato stampa

Cosa ne pensi?

La Scuderia

scritto da La Scuderia

'La Escudería' è la prima rivista digitale ispanica dedicata ai veicoli d'epoca. Diamo tutti i tipi di macchinari che si muovono da soli: dalle auto ai trattori, dalle moto agli autobus e ai camion, preferibilmente alimentati da combustibili fossili...

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

50.3kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.1kSeguaci