in

Il brevetto disprezzato di Mary

Immagine di intestazione Credito: Stapleton Private Collection

Per terra (e sotto), mare e aria. I moderni mezzi di trasporto che percorrono in lungo e in largo il pianeta hanno qualcosa in comune che, senza essere il loro principale meccanismo di spostamento, lo facilita enormemente. Ed è che assolutamente tutti hanno uno, due, tre o anche di più ... tergicristalli.

Ma questo elemento così evidente per noi non è caduto dal cielo; per di più, era piuttosto terroso. Il sistema di pulizia del vetro frontale era inizialmente tanto ovvio quanto poco pratico: un panno asciutto che doveva essere pulito ogni pochi minuti per evitare una più che pericolosa mancanza di vista.

Chi e come ha avuto la felice iniziativa di fermarsi a pensare che quella non fosse proprio la strada giusta? Se vuoi una risposta, devi tornare all'inizio del secolo scorso e trasferirti nelle fredde giornate invernali di New York City.

Tram simile al modello in cui Mary Anderson ha viaggiato all'inizio del XX secolo, circolando per New York City.
Tram simile al modello in cui Mary Anderson ha viaggiato all'inizio del XX secolo, circolando per New York City.

Lì, a bordo di un tram, una turista sconosciuta e una giovane passeggera dell'Alabama di nome Mary Anderson osservavano l'autista che doveva scendere ogni pochi metri per cercare di mantenere pulito il parabrezza del veicolo. Tra una sosta e l'altra, con il conseguente ritardo nel viaggio, si accorse che, nonostante tutto, il vetro era pensato per poter combattere la scarsa visibilità causata dall'accumulo di neve e ghiaccio.

Il sistema era semplice: detto vetro era diviso in due parti, in modo che il guidatore potesse aprirlo e togliere neve o pioggia dalla sua visuale. Tuttavia, il parabrezza multipannello offriva un risultato molto scarso e, inoltre, lasciava il viso del guidatore esposto alle intemperie, l'effetto era molto simile sui passeggeri nelle prime file.

Vedendo questo, Mary iniziò a pensare a come evitare questo calvario per i conducenti di tram. E, dopo una serie di idee fallite, progettò un nuovo sistema che consisteva, sostanzialmente, in un braccio di legno a cui era stato aggiunto un elastico, il quale, montato su una maniglia che faceva allungare una molla, veniva posto su un lato del il volante del conducente.

Tergicristallo installato su un veicolo degli anni '1920
Tergicristallo installato su un veicolo degli anni '1920

Quando il tempo inclemente o qualsiasi altro residuo aderisce al vetro e inizia a ostacolare la visione, l'autista tira il dispositivo e la molla si contrae; poi lo avrebbe rilasciato e il dispositivo sarebbe tornato alla sua posizione iniziale, ripetendo il processo più e più volte.

Finito l'inverno, l'impianto è stato smantellato fino all'anno successivo, quindi originariamente era destinato a luoghi dove presumibilmente non pioveva in estate.

Donne

Sebbene la voce nei file appaia come data iniziale del 18 giugno 1903, non sarebbe fino al 10 novembre dello stesso anno quando l'ufficio brevetti di Birminghan, in Alabama, registrò il numero 743.801 corrispondente a un'invenzione a nome di Mary Anderson. La descrizione era la seguente:

[su_quote] "Un sistema di pulizia del vetro per tram e altri veicoli, utilizzato per rimuovere neve, ghiaccio o nevischio dal vetro." [/ su_quote]

Quando Mary finalmente ottenne il brevetto, cercò di venderlo a un'azienda canadese, ma l'offerta fu respinta...

Il brevetto di Mary Richardson, depositato il 10 novembre 1903
Il brevetto di Mary Richardson, depositato il 10 novembre 1903

Nel bel mezzo del processo di registrazione, Henry Ford è apparso sulla scena. Nel giugno 1903, questo giovane imprenditore iniziò ad assemblare i veicoli modello A, le cui prime copie iniziò a vendere a Detroit solo un mese dopo. Sembra che poi Ford sia venuto a conoscenza indiretta dell'invenzione del tergicristallo, anche se secondo varie fonti non ha mai saputo da dove provenisse e quindi non ha mai conosciuto Mary Anderson.

Da qui si ipotizza se il genio americano non sapesse o non volesse sapere che c'era un precedente record che ha portato al brevetto definitivo. Sia come sia, ignorante o plagiatore, ma sempre fedele al suo destino innovativo, ne interpretò l'utilità e test su prototipi Ford T con parabrezza. Successivamente, a partire dal 1908, anno di inizio della produzione del modello massiccio, tutte le unità usciranno dalla fabbrica con questo dispositivo.

D'altra parte, le persone contribuivano con il loro "granello di sabbia", e presto si cominciarono a sentire opinioni critiche secondo cui il movimento di quel meccanismo poteva distrarre il guidatore e causare incidenti. In parte grazie ad esso, Il brevetto di Mary Anderson sarebbe scaduto prima che potesse convincere qualcuno a usare l'idea.

Tergicristallo manuale installato su una Jeep
Tergicristallo manuale installato su una Jeep

E nonostante il fatto che nel 1913 il tergicristallo meccanico sia diventato di serie su tutti i tram e nel 1916 sulle automobili, Anderson non ha mai ricevuto alcun beneficio finanziario dalla sua invenzione.

Nel 1917, una donna di nome Charlotte Bridgewood brevettò il "pulitore elettrico contro le tempeste", ovvero un tergicristallo automatico che utilizzava rulli invece di bracci di legno e gomma. Come dato aneddotico, va notato che la figlia di Charlotte, l'attrice Florence Lawrence, ha inventato l'indicatore di direzione che ha portato all'intermittente noto a tutti.

Come Mary Anderson, Bridgewood non ha mai ricevuto alcun compenso finanziario per la sua invenzione. Oggi sembra che almeno stiamo cominciando a dar loro credito.

[su_youtube_advanced https = »sì» url = 'https: //youtube.com/watch? v = YDRCVAK3W1c']

Cosa ne pensi?

Alberto Ferrera

scritto da Alberto Ferrera

Alberto Ferreras (Madrid, 1968) ha sviluppato la sua carriera professionale nel giornale Il Paese dal 1988, dove ha lavorato come redattore grafico e redattore del supplemento Il motore fino a gennaio 2011. Laureato in Fotografia, è stato finalista al Premio Ortega y Gasset di ... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci