Darracq V8 Sprint Special
Louis Chevrolet ai comandi della Darracq V8 Sprint Special
in

Darracq V8 Sprint Special, il più antico V8 conosciuto

Una bestia dal suono fragoroso...

Nella lunga storia dell'automobile, ci sono veicoli che sono stati ingiustamente dimenticati, macchine pazze che sembrano un'auto a causa delle loro quattro ruote, perché sono comandate da un volante e da alcuni pedali e perché il loro motore, sebbene arcaico e " preistorico", brucia combustibile fossile attraverso la stessa operazione di quella attuale. Caso, appunto, di Darracq V8 Sprint Special. Un'auto sconosciuta a molti, ma detiene alcuni record al suo attivo. 

Quindi, fin dall'inizio e per riscaldarti, puoi immaginare di toccare i 200 km / h in un veicolo del 1905? Non rispondo ancora, perché da fan saremmo all'altezza di qualsiasi cosa, ma se ci pensiamo con freddezza, vedremo che è pazzesco. Se guardiamo al Darracq V8 Sprint Special, lo vedremo è un semplice telaio a telaio con due sedili, un enorme motore e quattro ruote "da bicicletta".. Il serbatoio è un cilindro posto dietro i sedili ei freni sono piccoli tamburi sulle ruote posteriori, mentre le sospensioni sono gestite da balestre molto, molto sottili. Ed è ora che devi rispondere, ti immagini di toccare i 200 km/h in un'auto come questa? 

Bene, questo, tra le altre cose, è ciò che è stato ottenuto con questo dispositivo, rotola a 197,06 km/h, tra l'altro perché ha, come abbiamo detto, diversi record al suo attivo e la cosa migliore è che è ancora vivo e sta dando spettacolo, come ha fatto a Goodwood nel 2015, qualcosa che puoi vedere in video e guarda come il suo pilota si diverte al massimo con l'auto, arriva persino a gareggiare con essa. 

Le prime auto Darracq iniziarono ad apparire nel 1900, dopo aver sperimentato le biciclette “Gladiator”, un business molto redditizio che ha aiutato Alexandre Darracq, il fondatore dell'azienda, a ottenere una buona somma di denaro dopo aver venduto l'azienda. Soldi che utilizzò per creare Darracq SA, con la quale iniziò a commercializzare tricicli con motori elettrici, studiando addirittura la possibilità di produrre gli innovativi motori a combustione interna. 

Nel 1902 raggiunse un accordo con i fratelli Opel per produrre automobili tra le due aziende, dando vita alla famosa Opel Darracq, associazione che durò fino al 1907. Prima di questo, nel 1905, l'azienda si espanse in Gran Bretagna, dove fu fondò la Darracq Company Ltd che, nel 1913, fu venduta. Quello stesso anno, 1905, è quando appare il nostro protagonista, il Darracq V8 Sprint Special, con il quale si intendeva battere i record sulla ghiaia

Fu mostrato in società il 28 dicembre 1905, nella città di Arles, in Francia, solo due giorni dopo, segnando la sua prima immatricolazione. Il 30 dicembre 1905, senza aver effettuato precedenti prove o tentativi, riuscì a raggiungere i 176,4 km/h, stabilendo un nuovo record mondiale di velocità. Il prossimo anno, nel 1906 fu presentata a Daytona Beach raggiungendo una velocità di 197,06 km/h, guadagnandosi il titolo di "1906 Speed ​​King". Tornata in Europa, l'auto fu venduta ad Algenon Lee Guinness (sì, il proprietario della birra Guinness), che continuò a stabilire record fino al 1909, quando si ruppe un pistone e fu richiamato. 

Tra i record detenuti da questa vettura c'è il chilometro lanciato in 19 secondi, essendo stata la prima vettura al mondo con motore V8, guidando alla "spaventosa" velocità di 5 metri al secondo, percorrendo il chilometro da fermo in 32,4 secondi o, per citare un'altra cosa, salendo la famosa collina di "La Barbe" in 25 secondi con una media di 144 km/h. 

Da un lato, è logico che sia stato così veloce. Il più antico motore V8 conosciuto è di 25.422 centimetri cubi, due valvole per cilindro e la potenza è ottenuta dal carburatore. La potenza finale stimata è di 200 CV, che raggiunge le ruote posteriori attraverso un cambio di due rapporti. 

Ha avuto solo tre proprietari fino a Bonhams l'ha messa all'asta nel 2006 dopo un restauro del suo motore (che è rimasto intatto dopo il guasto) per 231.210 euro. Il primo proprietario fu, senza sorprese, Alexandre Darracq e il secondo, il signor Guinness, che lo tenne in suo possesso fino alla sua morte nel 1954, quando il terzo proprietario lo acquistò dalla famiglia Guinness, il signor Gerald Firkins. Oggi è di proprietà di Mark Walker, che lo ha utilizzato in gare ed esibizioni da quando l'ha acquistato. In una di quelle gare ha persino fatto esplodere il motore, costretto a ricostruirlo.

Tuttavia, secondo quanto riferito l'auto è stata effettivamente rottamata perché la Guinness ha insistito perché "portasse fuori la sua spazzatura". Guinness si pentì della decisione e recuperò il motore e parte del telaio. Il resto doveva essere recuperato dopo la sua morte, un lavoro che ha richiesto diversi decenni, cinque per l'esattezza. Poi è arrivato il suo ultimo proprietario e ha finito il lavoro in quattro anni. 

Il restauro è stato effettuato quando possibile con pezzi autentici dell'epoca, mentre altri hanno dovuto essere rifatti nuovamente. Ad esempio, l'esclusivo cambio a due velocità doveva essere rifatto da zero utilizzando i disegni del 1906. Durante il restauro del motore se ne poté misurare la cilindrata e fu allora che si scoprì che superava i 25.000 centimetri cubi, qualcosa in più di 22,5 , XNUMX litri che era stato stabilito storicamente. Il radiatore curvo, originariamente realizzato da Grouvelle & Arquembourg, è andato perduto e uno doveva essere costruito da zero.

Cosa ne pensi?

Javi martin

scritto da Javi martin

Se mi chiedi da dove viene il mio amore per i motori, non saprei rispondere. È sempre stato lì, anche se io sono l'unico della famiglia a cui piace questo mondo. Mio padre ha lavorato come disegnatore in un'azienda metallurgica con molta produzione di componenti per auto, ma non c'è mai stata una passione come me.

Mi piace molto la storia dell'automobile e attualmente sto creando una biblioteca personale dedicata esclusivamente alla storia del motore in Spagna, senza dimenticare le moto che hanno dato tanto servizio nella nostra "vecchia" Spagna. Ho anche una vasta collezione di materiale scansionato.

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

50.6kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci