in

III Concorso d'Eleganza di Chantilly: Sulla strada giusta

TESTO: FRANCISCO CARRIÓN / FOTO: UNAI ONA

El Chantilly Concorso d'Eleganza Si è tenuto il primo fine settimana di settembre nei giardini dell'imponente Château de Chantilly (a nord-ovest di Parigi), e possiamo dire che la partecipazione sta aumentando di edizione in edizione sia in qualità che in quantità... e forse anche nei visitatori, perché l'organizzatore ha crittografato quest'anno fino a 13.500 biglietti venduti e che non sono economici. Tuttavia, vale sicuramente la pena pagare più di 50 euro.

Oltre al concorso dei classici, ci sono i "Concetto di automobili", lo spazio riservato ai club, l'asta... e anche varie attività legate alla moda e ai principali stilisti francesi, per la gioia del pubblico femminile, supponiamo.

Concorso Chantilly, alla vecchia maniera

Bisogna cominciare, anche solo di sfuggita, con la selezione dei prototipi presentati dai vari brand; in realtà si tratta di un Contest come quelli di una volta, quando si gareggiavano le ultime tendenze di culturisti e costruttori. In questa occasione hanno partecipato Aston Martin, BMW, Bugatti, DS Automobiles, Lexus, McLaren, Mercedes-Benz e Rolls-Royce, con modelli “associati” alle aziende francesi di haute couture.

Il vincitore è stato il DS E-TENSE, secondo noi non è la più elegante o innovativa, ma si sa... il paese tira molto, e Citroën sta facendo grandi sforzi per entrare nel mondo del lusso con la sua controllata DS.

I due vincitori del "Best of Show"
I due vincitori del «Best of Show»

Alfa Romeo. Il meglio dello spettacolo

Passiamo ora a ciò che ci interessa davvero: il Classic Car Elegance Contest, al quale hanno partecipato un centinaio di celebri pezzi provenienti da Inghilterra, Italia, Olanda, Francia - ovviamente - e persino dagli Stati Uniti, da dove provenivano. il trofeo "Il meglio dello spettacolo" di questa edizione.

È stato uno spettacolo Alfa Romeo 8C 2900B Lungo Berlinetta 1938 carrozzata da Touring, di proprietà di Jon Shirley. Questa vettura era la stessa vettura che aveva vinto il premio Best of Show a Pebble Beach nel 2008 ed era nella categoria "Aerodinamica anteguerra - corpi chiusi".

Categorie da regalare e regalare...

Questa era solo una delle 21 categorie, dove si potevano trovare veicoli “per tutti i gusti”. Marchi inglesi scomparsi, grandi limousine da viaggio, vetture Tour de France, Lamborghini Miura P400 1° anniversario, carrozzeria francese, carrozzeria Zagato, Formula XNUMX motore anteriore…. E anche uno per i veicoli a vapore pieni di vapore!

Queste sono solo alcune delle categorie presenti, inoltre molte di esse erano suddivise tra carrozzerie chiuse e cabriolet o modelli anteguerra e postbellica. Menzione speciale merita l'omaggio di categoria ai 50 anni di carriera di Jean Todd.

L'attuale presidente della Federazione Internazionale dell'Automobile era un tempo un rinomato pilota e copilota di rally, oltre ad essere stato capo squadra di Peugeot e Ferrari. Il premio per la "sua" categoria è stato proprio per la Peugeot 504 Gruppo 4 con la quale ha ottenuto la vittoria come navigatore nel Rally d'Argentina 1979.

Ogni categoria formava un gruppo, e ciascuna era sparsa qua o là nei vasti giardini del castello di Chantilly. C'era partecipazione più o meno ufficiale marchi come Peugeot, Citroën o BMW, che sono venuti con alcuni pezzi dai loro musei e hanno gareggiato in diverse categorie, come accade in eventi come Vila d´Este (Italia) o Pebble Beach (USA).

Chantilly e i suoi classici in stato d'uso

Tuttavia, contrariamente a quanto accade in queste competizioni, a Chantilly non tutte le auto erano immacolate o in buone condizioni. "Meglio che nuovo". Molti dei partecipanti erano orgoglioso di indossare frequentemente le loro auto, e alcuni di loro avevano fango e polvere per essere arrivati ​​lì da soli. E potevamo anche vedere qualche dettaglio che non quadrava del tutto con l'originalità, il che indicava che alcune auto erano in uso dopo un restauro effettuato molti anni fa.

E siccome tutto è moda, ora quello che sembra essere indossato -anche nelle più blasonate gare di eleganza- sono auto ben conservate in cui si nota il passare degli anni, ogni volta che le sue condizioni lo consentono. È stato il caso di Bugatti brescia che abbiamo già commentato su queste pagine circa un anno fa, e che ora ha partecipato al Chantilly Contest. Anziché aver subito un restauro completo, gli elementi non originali sono stati rimossi e la bella patina che aveva è stata conservata.

Club e aste accompagnano il concorso

Né dobbiamo dimenticare che circondare il concorso era la zona del circolo, dove potresti trovare pezzi interessanti come quelli del concorso stesso. I club francesi di marchi come Ferrari, Aston Martin, Bugatti, Rolls Royce o Delahaye hanno gettato il resto, ma non dobbiamo dimenticare i club a tema come il "Cycling Club of France", che ha anche ottenuto il "Gran Premio Club". E in tutti, buon champagne e un'atmosfera rilassata tra i partner.

Per finire, è necessario commentare l'asta che ha tenuto Bonhams nella foga del Contest, come era successo nelle precedenti edizioni. Questa volta sono arrivate solo 28 auto di tutti i tipi con un piccolo staff, di cui 18 hanno trovato un nuovo acquirente, curiosamente un numero di vendite esattamente lo stesso dell'anno precedente.

Tra questi spiccava un gruppo di tre imponenti Horch degli anni '30, o un'intera Mercedes Benz 500 K roadster del 1935, che ha incassato ben 5.290.000 euro, che è stato il prezzo più alto raggiunto in questa asta.

In breve, è un file evento di alto livello che sembra destinato a diventare uno dei più importanti concorsi di eleganza. Vale la pena fare la "kilometrada" dalla Spagna per tutte le cose belle da vedere... e perché, anche se fa male, nel nostro paese siamo ancora lontani dal vedere qualcosa di simile.

Cosa ne pensi?

Francisco Carrion

scritto da Francisco Carrion

Mi chiamo Francisco Carrión e sono nato a Ciudad Real nel 1988, un luogo che all'inizio non era simile alle auto d'epoca. Per fortuna mio nonno, dedito al settore automobilistico, aveva amici che possedevano auto d'epoca e partecipava al raduno annuale che si teneva (e continua a tenersi) nella mia città natale... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci