L'unione fa la forza

È innegabile! Lo spagnolo -almeno il tifoso spagnolo per i meccanici di altri tempi- continua ad essere un individualista recalcitrante. I venti moderni non sono riusciti a rimuovere quello che storicamente è stato uno dei nostri principali segni di identità. La pelle di toro continua ad essere afflitto da dilettanti autodidatti che combattono da soli - come autentici Robinsones- per risolvere i problemi che il loro hobby solleva. Niente li intimidisce e la cosa più divertente è che molte volte se la cavano. Forse avrebbero potuto farlo meglio o raggiungerlo prima, o con meno fatica, se si fossero affidati ad altri; Certo, poi, avrebbero dovuto condividere anche il paternità del risultato.

Non sarà LA SQUADRA a criticare questa sfaccettatura della nostra personalità; Inoltre, crediamo nei suoi vantaggi. Tuttavia, ci permettiamo di evidenziare qui un grave inconveniente dell'individualismo: ci riferiamo all'idea abbastanza radicata tra coloro che portano al limite questo approccio che i gruppi, l'associazione e la collaborazione tra le persone sono inutili. Un'idea che abbiamo sentito molte volte e che ci sembra completamente sbagliata. Per quanto ci piaccia e osiamo fare le cose da soli, è insostenibile pensare che i club e le associazioni non possano renderci la vita più facile. Così, ad esempio, un club monomarca o monomodello può fornire in breve tempo molte informazioni (consigli, specialisti, documentazione, ecc.) che richiederebbero anni per acquisire individualmente.

Ma è che, in aggiunta, C'È UNA COSA PER CUI L'UNIONE NON È SOLO UTILE, MA È TOTALMENTE ESSENZIALE: FACCIAMO RIFERIMENTO AL DIALOGO CON LA CLASSE POLITICA.

Attualmente ci troviamo di fronte a problemi che possono essere risolti solo dalle Pubbliche Amministrazioni (esenzione dalle tasse di circolazione, adeguamento delle procedure ITV, semplificazione e minor costo della procedura per legalizzare i veicoli storici, norme antinquinamento, ecc.) ed è possibilissimo che questa tendenza aumenterà in un futuro relativamente prossimo, in cui anche la sopravvivenza stessa dei nostri preziosi veicoli potrebbe essere nelle tue mani.

La classe politica considera l'importo molto importante. Il sistema democratico fa pensare sempre ai numeri. La posizione di cittadino è, per loro, tanto più difendibile quanto più grande è il gruppo a cui appartiene e quanto meglio è organizzato. IL NUMERO COMANDA e di fronte a questa realtà il principio che L'UNIONE FA LA FORZA diventa una verità incontrovertibile.

solo per questo Le persone che compongono la scrittura di THE SQUARE affermano che:

  • Come tifosi ordinari, anche se pensavamo di non poter trovare nessuno con cui divertirci in un club della nostra zona, o pensavamo che nessun membro potesse dirci qualcosa di nuovo, DIVENTIAMO SOCI DI UN CLUB.
  • Se fossimo a capo di un club, ENTREREMO IMMEDIATAMENTE NELLA FEDERAZIONE SPAGNOLA DEI VEICOLI D'EPOCA (FEVA), anche se credevamo che con esso non avremmo ottenuto nessun altro vantaggio. Solo per citare tre questioni molto importanti, la FEVA ha ottenuto: a) che il Regolamento della Manifestazione da essa sigillato sia ritenuto adeguato dall'Amministrazione competente, b) Ha negoziato l'assicurazione obbligatoria della Responsabilità Civile in condizioni magnifiche (ci dice Sergio Romagosa, che ha ne sa qualcosa), ec) Sta per realizzare un nuovo Regolamento sui Veicoli Storici che migliori notevolmente quello attuale.

FEVA ha già il riconoscimento delle Pubbliche Amministrazioni del nostro Paese, grazie al serio ed efficace lavoro che il suo attuale Consiglio di Amministrazione sta svolgendo ormai da alcuni anni. E ciò che è più importante, è esercitare quella rappresentazione in modo positivo, promuovendo soluzioni a problemi REALI che ci riguardano TUTTI. È stata lei che, insieme ad Automobilisti Europei Associati (AEA), è riuscita ad aprire la porta dell'Esenzione della Tassa di Circolazione per i nostri preziosi veicoli; È stata anche questa federazione a rendere sopportabile per i club e addirittura positivo per i nostri tifosi il nuovo regolamento degli eventi con veicoli storici, chiarendo alcune questioni fino ad ora pericolosamente confuse, come la natura non sportiva di questi eventi.

Negli ultimi anni abbiamo fatto un salto da gigante per confrontarci con i nostri vicini europei (centinaia di locali, diverse testate specializzate, mercatini, fiere, servizi di ogni tipo, ecc.). Ma non fatevi ingannare: tutto sarà nell'aria finché non riusciremo a unire le nostre forze in modo che i politici ci ascoltino.

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

60.2kFan
2.1kSeguaci
3kSeguaci
3.8kSeguaci