citroen kar un sutra
in

Citroën Kar-a-Sutra. Esplorando lo spazio multiconfigurabile nel 1972

Il 1984 è stato un anno chiave nel motorsport. Sicuramente ora stai cercando di ricordare un successo sportivo o il lancio di un nuovo motore. Tuttavia, il punto ea parte non veniva da un miglioramento tecnico ma da un nuovo tipo di veicolo. Quell'anno il concetto di minivan ha fatto una forte incursione nei mercati americano ed europeo. Nel primo grazie alla Dodge Caravan ideata da Lee Iacocca, mentre nella seconda dalla comparsa della Renault Space. Dotati di una nuova visione dell'abitabilità, i minivan hanno ampliato il comfort dei vecchi furgoni grazie ai sedili mobili.

Qualcosa che sembra molto buono in francese, il cui interno consente una moltitudine di disposizioni diverse grazie alla versatilità dei suoi sedili. In questo modo, non solo puoi espandere facilmente lo spazio di carico, ma anche scegliere come gli occupanti dell'auto interagiranno tra loro. Un vero salotto su ruote dove solo il guidatore deve rimanere sempre nella stessa posizione. Questo passo avanti è stato rivoluzionario poiché, sebbene l'idea di un veicolo con più file di sedili ma con dotazioni da turismo è venuta dalla FIAT Múltipla . del 1956La verità è che Caravan e Space hanno fatto un salto da gigante grazie alla possibilità di alterare l'abitabilità a piacimento.

Tuttavia, questa idea era già stata sollevata anni prima con la Citroën Kar-a-Sutra. Un prototipo ideato dall'architetto e industrial designer Mario Bellini, che lo presentò all'interno della mostra dedicata al design italiano organizzata dal MOMA di New York nel 1972. Con esso studiarono non solo le possibilità di uno spazio multiconfigurabile, ma anche c'erano anche speculazioni sul futuro della mobilità e dei veicoli privati. Dibattiti pionieristici che nascono dalla rivoluzione dei costumi inaugurata in Occidente alla fine degli anni Sessanta. Una messa in discussione della rigidità che si vede anche nel nome di questo interessante prototipo.

citroen kar un sutra

CITROËN KAR-A-SUTRA. SPAZIO MOBILE PER INTERAGIRE CON L'AMBIENTE

Pochi sono gli elementi grazie ai quali poter associare il Kar-a-Sutra a Citroën. Dal punto di vista materiale sono i pannelli, ricordando quelli cavalcati dal Mehari. Dal punto di vista concettuale è l'innovazione, sempre presente nel marchio francese anche se nel caso del minivan è stata la Renault ad anticiparla portandola in serie. Tuttavia, Citroën deve essere riconosciuto per il grande valore nel supportare questo prototipo. E non si tratta solo di un nuovo modo di intendere l'abitabilità, ma anche di intendere l'ambiente.

Dotato di immensi pannelli, dall'interno del Kar-a-Sutra si può godere appieno dell'esterno. In effetti, l'idea è fungere da unità di viaggio con possibilità di campeggio, ibridando il camper con il minivan. Per questo il tetto è mobile, con due altezze a seconda che si stia viaggiando o parcheggiando.

Un approccio con cui mettere il Kar-a-Sutra al servizio del tempo libero e non tanto delle necessità quotidiane di mobilità. Qualcosa da biasimare per le critiche, ma comprensibile se guardiamo all'altra idea che ha cercato di mettere sul tavolo questo prototipo.

citroen kar un sutra

KAR-A-SUTRA. UN'AUTO PER UN MONDO CON MOLTE MENO AUTO

Non ci vogliono troppi sguardi alla Citroën Kar-a-Sutra per rendersi conto che non è un'auto per l'uso quotidiano. Qualcosa che avrebbe senza dubbio causato un disastro commerciale se fosse stato rilasciato su una serie. Tuttavia, né Mario Bellini né Citroën ha mai voluto che questa berlina a ruote raggiungesse i concessionari. In gran parte perché è progettato per un mondo che né allora né ora esiste now. Già preoccupati per l'insostenibilità ambientale e il collasso circolatorio di una società in cui prevale il possesso di un veicolo privato, i progettisti del Kar-A-Sutra hanno voluto mettere sul tavolo un modello di trasporto alternativo.

citroen kar un sutra

Lungi dall'essere progettato per i proprietari, questo prototipo è stato concepito come un veicolo per uso collettivo disponibile tramite noleggio. Offerto in punti strategici legati al turismo balneare o di montagna, il Kar-A-Sutra sarebbe il veicolo perfetto per scoprire la natura in gruppo. Quei luoghi sarebbero raggiungibili dalle città con i mezzi pubblici, poi muoversi liberamente grazie all'utilizzo di auto come questa. Il tutto con l'idea di ridurre la necessità di viaggiare con mezzi di proprietà, delineando un nuovo sistema di mobilità basato sulla collettività.

citroen kar un sutra

Concepito per il dibattito e ampliare le possibilità offerte da un'auto, la Citroën Kar-a-Sutra rimane un'idea suggestiva per il dibattito sui trasporti 49 anni dopo la sua introduzione.

FOTOGRAFIE CITROËN KAR-A-SUTRA: IL NUOVO CATALOGO MOMA MOMA 1972 DEL PAESAGGIO DOMESTICO / CITROËN E MARIO BELLINI

Cosa ne pensi?

Miguel Sanchez

scritto da Miguel Sanchez

Attraverso le notizie de La Escudería, percorreremo le tortuose strade di Maranello ascoltando il rombo del V12 italiano; Percorreremo la Route66 alla ricerca della potenza dei grandi motori americani; ci perderemo negli stretti vicoli inglesi seguendo l'eleganza delle loro auto sportive; accelereremo la frenata nelle curve del Rally di Montecarlo e ci sporcheremo anche in un garage recuperando gioielli perduti.

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci