aston martin spagna saldi
in

Aston Martin DB4: un'unità spagnola

FOTOGRAFIE ASTON MARTIN DB4 SERIE IV 1961: CATAWIKI

Lo scorso 2019 abbiamo avuto un vero e proprio torrente di notizie sull'Aston Martin DB4. Nello specifico della sua versione Zagato, visto che il culturista milanese ha festeggiato il suo primo centenario. Per questo, Aston Martin e la casa italiana hanno nuovamente collaborato lanciando quattro varianti basate sulla Vanquish, oltre a varie repliche della stessa DB4 Zagato degli anni sessanta. Tuttavia, il rapporto della maison britannica con l'Italia viene da molto prima.

In effetti, questa proiezione transalpina deriva dalla sua prima auto. Un modello che si chiamava semplicemente Aston Martin. Questa montava nel 1913 un motore Coventry Simplex su telaio Isotta Fraschini, costituendo un multinazionale ibrida ripetuta nel 1958 con la presentazione dell'Aston Martin DB4. Ed è che, questa quintessenza del motorsport britannico, deve il suo aspetto a un design realizzato a Milano dalla Carrozzeria Touring, che fortunatamente ha saputo dare un tocco evidente"britannico"A tutto.

Inoltre queste linee sono state messe in pratica con il metodo Superleggera. Un metodo brevettato nel 1936, mediante il quale il corpo di pannelli di alluminio sottili e leggeri è montato su un telaio costruito in tubi di acciaio di piccolo diametro. Una dimostrazione di leggerezza che sbarcato nel motorsport dal suo utilizzo nel grande zeppelin tra le due guerre. Con credenziali come questa, capirai perché l'Aston Martin DB4 è una delle grandi icone del motorsport britannico. Un modello che, in questa unità, ha tuttavia un marcato sapore ispanico.

aston martin spagna saldi

ASTON MARTIN DB4. IL SALTO FINALE

Per chi è affascinato dalle corse di durata, il nome Aston Martin negli anni 'XNUMX è un riferimento di prim'ordine. Capace di produrre Auto da corsa affascinanti come la DBR1 del 1956, vincitore di Le Mans nel 1959 con Carrol Shelby e Roy Salvadori al timone, il marchio inglese è indissolubilmente legato a piloti come muschio di Stirling, Jack Brabham o Jim Clark. Tuttavia, la verità è che le gare non pagano le bollette. Ci vuole qualcosa in più. Qualcosa che, per marchi come Aston Martin o Ferrari, vendeva modelli GT omologati per strada.

In realtà è stata un'idea eccezionale, poiché queste vetture erano così adatte alla produzione in serie da dominare i circuiti per gran parte degli anni 'XNUMX e soprattutto degli anni 'XNUMX. Quindi le cose, nel 1958 nasce l'Aston Martin DB4. Perfetto rappresentante di questo salto poiché, sebbene gli inglesi avessero già allestito alcune DB con aspetti GT così appetitosi come quello della DB2 Vantage, la verità è che il marchio era ancora strettamente legato alle auto strettamente da corsa. Qualcosa che, esaminando diverse unità della DB3 vediamo chiaramente, essendo, il più delle volte, leggero e piccolo"barchette".

aston martin db4

Ecco perché la nascita dell'Aston Martin DB4 è stato un balzo in avanti definitivo nella storia del marchio, poiché, sebbene conoscesse versioni da competizione, il suo approccio obbedisce pienamente a quello di una lussuosa GT sportiva. Trae vantaggio dalla tecnologia da competizione all'avanguardia in misura molto maggiore rispetto alle successive DB5 e 6, ma allo stesso tempo inaugura la saga delle grandi GT del marchio. Dotato di a sei cilindri in linea con 3 litri di cilindrata, è in grado di erogare 240CV a 5000 giri/min. Benefici più che sufficienti sia per qualsiasi pilota dell'epoca sia per il potente uomo d'affari o aristocratico che poteva permetterselo.

aston martin spagna saldi

ASTON MARTIN DB4, CON ISCRIZIONE NAZIONALE

Con una produzione che ha appena superato le 1200 unità, vedere una Aston Martin DB4 è qualcosa di veramente speciale. A maggior ragione quando, nel caso di questa unità del 1961, ne osserviamo l'immatricolazione. Né più né meno delle targhe originali, che confermano questa unità come una delle sole cinque DB4 vendute nuove in Spagna. In questo caso si tratta di un esemplare della quarta serie, già con frizione bidisco nella sua meccanica standard.

Le sue condizioni sono davvero eccezionali, qualcosa che viene rifinito dal colore della sua carrozzeria. Proprio il famoso salvia californiana che molte Aston Martin da corsa indossavano all'epoca, come la 1 Ore DBR24 campione nel 1959. Oltre ad essere originariamente venduta a Barcellona, ​​​​la verità è questa unità ha trascorso quasi tutta la sua esistenza in Spagna. A Barcellona si sono aggiunti tre proprietari -tra cui il proprietario di Neumáticos Turini- che lo hanno tenuto fino a quando non è stato venduto a un collezionista nordamericano nel 2010.

Lì ha ricevuto una revisione completa. Tutto per poterla indossare a dovere in eventi di alto livello, dando vita a questa Aston Martin DB4 che lo scorso 2018 è stato reimportato in Spagna. Ora è custodito dal suo ultimo proprietario a Madrid, dove attende la nuova destinazione che può trovare attraverso la tua asta attraverso il portale Catawiki. Ovunque finisca, senza dubbio dovremo seguire le tracce di questa icona con la storia nazionale.

Cosa ne pensi?

foto dell'avatar

scritto da Miguel Sanchez

Attraverso le notizie de La Escudería, percorreremo le tortuose strade di Maranello ascoltando il rombo del V12 italiano; Percorreremo la Route66 alla ricerca della potenza dei grandi motori americani; ci perderemo negli stretti vicoli inglesi seguendo l'eleganza delle loro auto sportive; accelereremo la frenata nelle curve del Rally di Montecarlo e ci sporcheremo anche in un garage recuperando gioielli perduti.

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

56.5kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.4kSeguaci