techno classico essen 2017
in

Anteprima: Techno Classica Essen 2017

Torna a Essen ... 4:45 del mattino e l'orologio suona. 'Sto andando a Techno Classica', pensa il mio cervello addormentato. Questa sarà la quinta volta che partecipo alla prestigiosa fiera tedesca, senza dubbio la mecca del motorsport classico mondiale. Rivedo le figure colossali mentre mi lavo i denti:

  • 127.000 m2. Come riferimento penso ai 20.000 mq di ClassicAuto, uno dei due saloni più tradizionali del nostro Paese,
  • 210.000 visitatori,
  • 1250 espositori,

Mentre salgo sull'aereo, continuo ad analizzare mentalmente i progetti ei numeri della fiera. Credimi è fantastico indescrivibile. Do per scontato che a loro piacciano i classici ed è per questo che mi stanno leggendo; Bene, se non sei mai venuto, risparmia un po' e vieni a vedere 'il più grande spettacolo del mondo'.

La mia raccomandazione se visiti è che dedichino almeno due giorni ...

Un'opportunità per vedere gli dei dell'Olimpo

I tedeschi sono organizzati, su questo non ci sono dubbi. All'arrivo in fiera, code perfette e velocissime per ottenere i biglietti. Anche così, è consigliabile acquistarli in anticipo; puoi vedere i prezzi cliccando qui. Secondo quanto offerto, per me sono molto economici.

Alle 20:00 la fiera chiude... E come sempre abbiamo visto solo il 50%, e che non ci siamo fermati troppo a lungo.

Siamo esausti, i nostri piedi sono rotti e le nostre teste sono in fiamme. Vorrei che tu sapessi che quello che vedi qui non è normale; il nord è totalmente perso, al punto da essere appoggiato a una 288 GTO parlando piano e non rendendosi conto di dove siano le natiche. Ovunque guardi, ci sono tutti quegli oggetti del desiderio che desideriamo ma che la maggior parte dei mortali vede come impossibili...

Visto che la fiera è enorme, in questa prima ora di anteprima mi limiterò a citare alcune delle macchine che ho avuto modo di ammirare: Maserati MC12, Bugatti EB110, Bugatti T35 (varie), Alfa 8C, Ferrari, varie 155, 250, 275, GTO (2), F40 (3), porsche 959 (Varie), GT 40, tutte le serie Porsche, turbo, RS, GT3... Facel Vega, Horch (diversi modelli più spettacolari), ali di gabbiano (ne ho contate 12) e, ovviamente, Pegaso.

Techno Classica, deriva verso il dopoguerra

La deriva di questa fiera verso i veicoli classici è sempre più evidente (e non tanto) sport di fascia alta; certamente pochi erano i presenti prima della guerra. Essen è soprattutto un business redditizio e il business del mondo classico oggi è senza dubbio nelle auto sportive degli anni 60-70 in poi.

Tornando al periodo prebellico, la nota stonata erano, come sempre, Horchs, Mercedes, Alpha, Bugatti, Stanley (vapore), Rolls e, con mia sorpresa, le Packards ad alta pompa.

Forse non erano così pochi ma accanto alle altre 5.000 auto in mostra la loro presenza era meramente testimoniale.

Per finire questa anteprima vorrei congratularmi con famiglia Pueche per il magnifico stand che ha nel padiglione SIHA (dove ci sono i migliori). Al suo interno si può ammirare una magnifica Carrozzeria Pegaso Touring e la famosa Bugatti appartenuta ai Fratelli della Val e che è stata recentemente restaurata.

Un altro degli habitué spagnoli delle fiere internazionali è fornilli e i suoi essenziali profili in gomma, anch'essi presenti.

Fino a lunedì con la cronaca vera e propria!

Cosa ne pensi?

Antonio Silva

scritto da Antonio Silva

Mi chiamo Antonio Silva, sono nato a Madrid nel 1973. Grazie alla mia azienda ho potuto conoscere in prima persona tutte le case automobilistiche nazionali e alcune europee, oltre a molte delle fabbriche di componenti, questa non essendo altro che uno stimolo in più per il mio hobby... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci