in

Mi piaceMi piace

Hispano-Suiza H6B 11608, nelle mani di un pilota del XNUMX° secolo

La storia di questa Hispano-Suiza si collega agli inizi del motorsport grazie al suo primo proprietario. Un comandante navale britannico che ebbe l'onore di essere uno dei primi inglesi con la patente di guida. Inoltre, tutto ciò che riguarda la sua carrozzeria non ha prezzo, essendo stato assemblato per anni su un telaio Bentley.

Oltre ad essere un comandante della marina, Montague Grahame-White è noto per il suo carattere pionieristico nelle corse automobilistiche. Non a caso imparò a guidare nel 1898 grazie agli insegnamenti di Benjamin Burbidge. L'ingegnere dei motori che, secondo varie fonti, riuscì proprio a quelle date la prima patente di guida rilasciata nel Regno Unito. Stando così le cose, non sorprende che quei primi automobilisti formassero un circolo aperto solo a coloro che avevano ottenuto la patente prima del 1900. Era il Circolo dei 19th Century Motorist e analizzare davvero il tuo lista dei membri è aprire una finestra sulla storia del potere nel Regno Unito.

Soldati di alto rango, ricchi industriali, avventurieri di successo e non poche personalità legate all'industria automobilistica inglese. Inoltre, tra le sue mani sono passati vari gioielli automobilistici del momento. Molti di loro sono stati documentati da Roy Bacon in The Golden Age of British Motoring. Uno dei migliori libri per contemplare una moltitudine di fotografie legate agli inizi dell'automobilismo e del motorsport. A questo punto, è interessante seguire la traiettoria di vita del già citato Grahame White. Soprattutto quando confermiamo l'anno in cui ha esordito nel mondo delle corse. 1898. Esattamente lo stesso in cui ha imparato a guidare.

Ed è che quei tempi erano così. C'erano così poche persone al volante, ed era qualcosa di così esclusivo, che appena imparavi a guidare un'auto potevi diventare un pilota per una delle migliori marche. Naturalmente, vale anche la pena ricordare l'enorme percentuale di concorrenti morti durante quelle date. Qualcosa di ben esemplificato dalla Parigi-Madrid del 1903. Che ha dovuto essere chiuso prima ancora di raggiungere la Spagna perché, già nella sua prima fase, si erano registrati otto morti e quasi cento feriti. 552 chilometri dove sono morti sia gli spettatori che i partecipanti. Tra questi Marcel Renault, uno dei fratelli fondatori del marchio.

Tuttavia, tornando al comandante Grahame White, il gusto che aveva per la velocità è sorprendente. Così, anche durante quel 1898 in cui imparò a guidare, acquistò una barca spinta da un motore a quattro cilindri. Inoltre, è documentato come costruì personalmente una barca spinta da due motori a sei cilindri da 90CV ciascuno. Una macchina molto veloce sull'acqua. Soprattutto sul Tamigi, sulle cui rive era noto per i suoi passaggi veloci quando non prestava servizio nell'India coloniale. Tuttavia, a questo punto vale la pena porsi una domanda forse un po' frivola. Quale macchina avrebbe una tale personalità?

TELAIO HISPANO-SUIZA H6B COUPÉ 11608, IN SINTONIA CON BENTLEY

Dopo la prima guerra mondiale, l'ingegnere Marc Birkigt era all'apice della sua carriera. Non sorprende che i suoi motori aeronautici siano stati una chiave per la vittoria della Francia e dei suoi alleati. Inoltre, è stato il nome essenziale nell'evoluzione meccanica di Hispano-Suiza sin dalla sua fondazione nel 1904. Con tutto questo, le sue creazioni automobilistiche erano alla pari con quelle di Rolls-Royce. Distinguersi anche in campo sportivo grazie al T45”Alfonso XIII” e le sue molteplici vittorie in vari GP svoltisi in Francia e Belgio.

Tuttavia, dopo il conflitto, era necessario un nuovo modello con cui rinnovarsi ispano-svizzera. Così, al Salone di Parigi del 1919, fu presentata la H6. Caratterizzato dal suo motore a sei cilindri in linea e 6.597 centimetri cubi, ha preso i progetti aeronautici di Birkigt per applicarli agli sport motoristici. In effetti, la sua meccanica era sostanzialmente quella utilizzata nei V12 degli aerei militari francesi, anche se, ovviamente, divisa a metà. Inoltre, il blocco motore è stato forgiato in alluminio e l'albero a gomiti da un unico pezzo di acciaio. Un design eccezionale che, nel 1922, erogava 135CV grazie all'aggiornamento rappresentato dalla H6B.

Modello di cui, nel 1926, Grahame White acquistò l'unità dalla fabbrica con il numero di telaio 11608. Da allora, una volta ricevuta nel Regno Unito, il comandante dovette preoccuparsi della sua carrozzeria. E che Hispano-Suiza è stato servito nudo. Come era comune tra i produttori di fascia alta prima degli anni 'XNUMX. Metti in quella posizione, Hispano-Suiza è stata lasciata nelle mani di Hooper & Co.. Uno dei migliori carrozzieri inglesi, fondato nel 1805 sebbene già pienamente transitato nel mondo automobilistico. Infatti, dal 1909 al 1958 instaurò un rapporto molto stretto con Rolls-Royce, indossando una moltitudine di Silver Ghost e Phantom.

Tuttavia, per questo Hispano-Suiza H6B ha ideato un corpo più che sorprendente con due porte. Meritevole di vari premi in concorsi di eleganza tenuti negli anni venti a Brighton e Monte Carlo. Tuttavia, a volte negli anni '3253 è stato riportato al suo aspetto attuale. E qui arriva un fatto molto curioso. Dal momento che la sua carrozzeria non è nuova di zecca. Al contrario, questo disegno firmato dalle officine di Park Ward con il numero XNUMX è stato montato per anni sul telaio di una Bentley 6½. Per questo questa Hispano-Suiza ricorda molto i modelli a due porte realizzati sull'iconico modello inglese del 1926.

Nelle mani di Grahame White per molti anni, questa H6B ha successivamente attraversato diverse collezioni, arrivando fino ad oggi in perfette condizioni. Inoltre, anche dopo anni di utilizzo, sono stati sostituiti pochissimi elementi meccanici. Un gusto per preservare le qualità dell'origine che si vede anche negli interni, dove è conservata la stessa tappezzeria con cui è stata rilasciata. Per quanto riguarda il suo prezzo attuale, chi è un lettore assiduo della nostra rivista saprà già che in questi casi non la analizziamo quasi mai. Non invano, gli Hispano-Suiza non sono dei classici popolari. Ma pezzi da collezione unici e, quindi, ovviamente molto esclusivi.

Tuttavia, nel caso di questa unità c'è qualcosa che riteniamo sia necessario commentare. Ed è che, nel corso dell'ultimo 2020, Bonhams Lo ha offerto all'asta con una stima di 350.000 a 400.000 sterline, lasciando l'offerta deserta. Naturalmente, il XNUMX marzo di questo stesso anno Collezionare automobili è riuscito a venderlo per 235.000 sterline. Un dato molto diverso dalle previsioni gestite solo due anni fa. Comunque, qualunque cosa fosse, l'importante è vedere come il telaio Hispano-Suiza 11608 è ottimamente conservato. Sicuramente lo potremo vedere tra non molto in vari Concorsi di Eleganza. Saremo vigili.

Fotografie: collezionismo di automobili

PD Grahame White morì nel 1961. Appena un anno dopo l'ultimo incontro londinese del Circolo dei 19th Secolo automobilista. C'erano pochi uomini del diciannovesimo secolo come lui.

foto dell'avatar

scritto da Miguel Sanchez

Attraverso le notizie de La Escudería, percorreremo le tortuose strade di Maranello ascoltando il rombo del V12 italiano; Percorreremo la Route66 alla ricerca della potenza dei grandi motori americani; ci perderemo negli stretti vicoli inglesi seguendo l'eleganza delle loro auto sportive; accelereremo la frenata nelle curve del Rally di Montecarlo e ci sporcheremo anche in un garage recuperando gioielli perduti.

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

57.5kFan
1.8kSeguaci
2.4kSeguaci
3.5kSeguaci