Parigi vieta la circolazione dei veicoli da più di 20 anni
in

Buone notizie: Parigi permetterà ai classici con più di 30 anni di circolare

All'inizio del mese abbiamo segnalato notizie terribili: Dal 1 luglio Parigi vieterebbe la circolazione dal lunedì al venerdì dei veicoli a motore con più di 20 anni. Com'è possibile che una misura di questa importanza abbia prosperato nella città che ha dato i natali all'automobile?, ci siamo chiesti allora noi tifosi.

Cosa sarebbe di Parigi senza il marchio dei vecchi macchinari che circolano per le sue strade? E la Federazione Internazionale dei Veicoli D'Epoca (FIVA) Dov'era? Riguardo a quest'ultimo, e fortunatamente, si occupava del suo lavoro. Insieme all'UNESCO ha spiegato il valore culturale dei nostri classici ai consiglieri comunali della Città dell'Amore, con l'obiettivo di far capire loro che dovrebbero togliere il divieto almeno ai veicoli di età superiore ai 30 anni.

Bene, La FIVA ce l'ha fatta e siamo fortunati, perché i regolamenti applicati a Parigi probabilmente stabiliranno lo standard quando si tratta di legiferare in altre città; o almeno così pensa Gautam Sen, vicepresidente delle relazioni estere della federazione.

Anche è il più ragionevole: Come abbiamo difeso, ad esempio, dopo le controverse dichiarazioni di Sixt e Continental Tre anni fa, i veicoli a motore con più di 30 anni circolavano a malapena.

Non sono loro i colpevoli, quindi, dall'inquinamento urbano; forse nemmeno quelli con più di 20 anni alle spalle. Per questo motivo i lavori della FIVA non sono ancora terminati, proseguono strenuamente i colloqui con i vertici della capitale francese per ottenere l'esenzione dal divieto sui cosiddetti 'giovani'.

Noi di 'La Scuderia' Vogliamo augurarvi buona fortuna, rallegratevi colleghi e grazie mille per aver difeso il nostro Patrimonio storico!

* Foto dell'intestazione: Don O'Brien

Cosa ne pensi?

Javier Romagosa

scritto da Javier Romagosa

Mi chiamo Javier Romagosa. Mio padre è sempre stato appassionato di veicoli storici e io ho ereditato il suo hobby, crescendo tra auto e moto d'epoca. Ho studiato giornalismo e continuo a farlo perché voglio diventare professore universitario e cambiare il mondo... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

50.3kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.1kSeguaci