in

Nürburgring a gas

Oggi vi portiamo un video con cui mostrarvi un modo diverso di "camminare" attraverso il mitico circuito del Nürburgring. In questo possiamo vedere Fredrik Sorlie al volante della sua Toyota Cressida con motore 2JZ-GE; È un ex pilota norvegese di Formula Ford dedito alla progettazione e programmazione di pagine web che per hobby ama lasciare la bocca aperta a tutti coloro che hanno l'opportunità di vederlo andare alla deriva.

Tornando all'auto, la 3a serie Cressida è una berlina della metà degli anni '70 le cui linee convenzionali mirano a combinare lo stile americano e quello britannico, poiché il marchio giapponese ha cercato di continuare a ritagliarsi il suo spazio nei mercati occidentali. La versione originale di questo classico venduto in Europa e Oceania è solitamente alimentata dal motore R18 a 4 cilindri da 2000 cc, in grado di erogare 105 CV a 5.500 giri/min; Insieme alla trazione posteriore, il 2 litri fa della Toyota un giocattolo pronto a prendere le curve di traverso proprio come fa Fredrik - magistralmente anche se forse incautamente e dopo qualche aggiustamento.

[su_youtube_advanced https = »sì» url = »https://youtu.be/TLoAdsj5jRo» larghezza = »700 ″]

[= »Annuncio» = »
.
 
»« »« Url: https% 3A% 2F% 2Fwww.escuderia.com% 2Fcontacta-con-la-escuderia% 2F || target:% 20_blank »« »=» »« 0 »=» »=» no-border »_Width =» 1 ″ = »# 1e73be» = »# 222222 ″ =» # ffffff »=» 2 ″ = »50 ″ =» # 333333 ″ = »»]

[su_note note_color = »# f4f4f4 ″]

Preparazione alla deriva

Segun Speedhunters.com, Abbondanti sono le modifiche apportate dall'Autorimessa Sotterranea affinché questa berlina da 1.090 chili possa sbandare senza finire contro le protezioni. Per cominciare, a scambiare, esso decir, un cambio di meccanica alla ricerca di più potenza: Così, il motore originale è stato sostituito da un marchio della casa 2JZ-GE prodotto tra il 1991 e il 2005 e in grado di erogare 207 CV. La cavalleria viene trasmessa tramite una frizione a 6 dischi alle ruote Longchamps da 14 pollici calzate con pneumatici Falken 185 / 60R14.

La trasmissione è a 5 marce, la W58 della Supra di seconda serie (1986). Inoltre, è stato utilizzato uno scarico personalizzato, un filtro dell'aria HKS e, per raffreddare il pacchetto potenziato, un radiatore di GRP4 Fabrications. Per quanto riguarda le sospensioni, Tokico fornisce gli ammortizzatori regolabili e Ohlins le molle, il gruppo viene riposizionato dagli artigiani dell'officina per migliorare quella che chiamano "geometria e bloccasterzo". E a proposito dello sterzo, è un ibrido tra quello dei modelli Carina e Corolla del '79 che, tramite braccetti T3 e un bel volante Nardi, fa perno intorno ai 70 gradi...

Su entrambi i lati, l'asse anteriore Cusco culmina nei freni a disco della sesta generazione Nissan Silvia (1995) e azionati dalle pinze MR2 di terze parti. Al posteriore, insieme al differenziale rigorosamente saldato, convive quello che crediamo sia un assale leggermente modificato con i freni a tamburo originali!

[/ Su_note]

[su_youtube_advanced https = »sì» url = »https://youtu.be/GXNs5M1bC5U» larghezza = »700 ″]

Sicurezza compromessa

Il nostro protagonista ha voluto finanziare il suo video attraverso crowdfunding anche se non ebbe molto successo. Paradossalmente, una volta filmato, scorreva a macchia d'olio sugli schermi degli utenti Internet amanti della deriva; tanta è stata la viralità raggiunta che l'ex pilota di Formula Ford ha visto rafforzarsi il suo desiderio di continuare a produrre questo tipo di film. A volte ci regala anche dei piccoli occhiolino come quello che abbiamo inserito sopra, che parla da solo in termini di divertimento che offre lo sport dello skidding.

Per quanto riguarda la sicurezza, Lo slittamento viola le regole dell'Inferno Verde? Sì, ma da quello che sembra quel giorno gli operatori di pista guardavano dall'altra parte... Ovviamente rappresenta un pericolo per tutti gli altri utenti del mitico circuito, che, come si vede nel video, trovano serie difficoltà a sorpassare il norvegese.

In ogni caso, e dal nostro punto di vista di fan comodamente sdraiati sulla scrivania o sulla poltrona, è sconvolgente vedere questa Cressida ballare dei primi anni Settanta. L'architettura e la complessità del percorso mettono in risalto il resto dei piloti che vengono come parte delle gite turistiche domenicali e che non possono superare - per un motivo o per l'altro - un intero maestro di una specialità con sempre più seguaci.

Cosa ne pensi?

Alejandro Rubio

scritto da Alejandro Rubio

Mi chiamo Alejandro Rubio e sono laureato in Comunicazione Audiovisiva e Giornalismo. Ho iniziato a lavorare a "La Escudería" nel dicembre 2014 e da allora mi si è aperto un mondo succoso di vecchi ferri da stiro... Chi lo sapeva che avrei trovato così tante storie! Soprattutto da BMW. Gasate tutti!... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

50.3kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.1kSeguaci