restauro jaguar e-type
in

Una Jaguar E-Type Coupé del 1961 è resuscitata

Quando vediamo una matassa di ferro arrugginito in un'antica fattoria francese che è servita da casa per un'intera famiglia di uccelli, è difficile immaginare che possa far parte di uno dei primi Jaguar E-Type, in particolare uno di quelli che furono esposti allo Scottish Motor Show nel 1961.

La Jaguar E-Type ha suscitato scalpore in tutto il mondo, soprattutto nelle sue versioni originali cabriolet e coupé. L'iconica carrozzeria deve le sue forme alle ampie nozioni di aerodinamica e aeronautica del suo progettista, il famoso Malcolm Sayer.

La meccanica iniziale di Tipo e era il mitico motore XK sei cilindri con monoblocco in ghisa e testata in alluminio che, alimentata da tre carburatori, permetteva un'accelerazione da 0 a 100 in meno di 7 secondi e una velocità massima di 240 km/h. I freni a disco all'avanguardia della D-Type plurivincitrice di Le Mans potrebbero fermarla a tempo di record.

Il restauro di questa prima unità Jaguar E-Type ha richiesto un investimento di oltre 3000 ore di lavoro. Visto il risultato, potremmo dire che ognuno di loro ne è valsa la pena...

Il restauro è stato eseguito dal laboratorio di restauro inglese Automobili classiche, che lo ha esposto lo scorso fine settimana al Salone dell'auto d'epoca di Londra.

Cosa ne pensi?

Lucia Andrade

scritto da Lucia Andrade

Studente di giornalismo, comunicazione audiovisiva e pubblicità, vive tra Cuenca e Madrid. È un amante dei classici per opera e grazia di suo padre, che possiede niente di più e niente di meno che una preziosa Simca 1000... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

50.3kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.1kSeguaci