Colonia di classici retrò 2017
in

1st Retro Classics Colonia: offensiva invernale

'La Scuderia' non poteva mancare la prima edizione di Classici retrò, nella città di Colonia, sulle rive di Padre Rin, come la conoscono gli antichi del luogo, sia per il suo ruolo protettivo contro le invasioni, sia per la sua ricchezza come mezzo di trasporto e comunicazione.

Ci rendiamo conto di seguito dalla prima edizione di Retro Classics per i nostri lettori, che si è svolta dal 23 al 25 novembre 2017. Una prima che promette di passare alla storia come l'offensiva invernale lanciata dallo Stoccarda su Essen.

Spiegheremo. Non c'è dubbio che uno dei più grandi eventi mondiali di esposizione e vendita di auto d'epoca sia Techno Classica Essen. Da alcuni anni, Retro Classics Stuttgart Si stanno riducendo le differenze e alcuni osservatori, tra cui questo cronista, collocano Stoccarda al livello di Essen, per volume e qualità della merce esposta, anche se non ancora per numero di biglietti venduti. L'organizzatore di Retro Classics Stuttgart è decisamente passato all'offensiva con l'organizzazione di tre fiere di auto d'epoca, le due citate e Retro Classics Bavaria (a Norimberga).

salone di colonia classico
La cura e il lusso delle presentazioni abbondavano nei quattro padiglioni Retro Classics, come quello nella foto dedicato a una Porsche 356, dei tanti in vendita

Situare Retro Classics A Colonia, Stoccarda prende posizione alle porte di Essen. Se guardiamo la mappa, da Stoccarda a Essen sono 433 km. Situato a Colonia, il Retro Classics dista solo 80 km da Essen. Chiaramente la trilogia di Retro Classics coinvolgerà competizione seria per techno classico, che non può che tradursi in maggiori sforzi per fidelizzare non solo il pubblico, ma anche i commercianti e gli espositori da parte delle grandi fabbriche interessate a questo settore di mercato.

È il caso di marchi come Volkswagen, Mercedes-Benz, Porsche, Jaguar, Alfa Romeo, Audi, Skoda, ecc. Marchi che prima o poi si dovranno decidere, ad esempio, quando le fiere si terranno nelle stesse date.

Non dovremo aspettare molto perché ciò accada perché nel 2018 si svolgeranno Techno Classica Essen e Retro Classics Stuttgart. durante lo stesso fine settimana. Gli osservatori arriveranno con i termometri in mano.

colonia classica retrò
Auto anteguerra degnamente rappresentate da una Lancia Astura Cabriolet Pinin Farina del 1938 XNUMX

Prima edizione di Retro Classics Cologne

Per ora ci limiteremo a dare un resoconto completo di quanto accaduto in questa nostra prima esperienza a Colonia. Non è necessario trattenere la suspense fino alla fine dell'articolo. Retro Classics non ha deluso per niente ed è stato al culmine di un primo round con la fornitura di 4 grandi padiglioni espositivi (rispetto ai dieci della casa madre di Stoccarda).

Per marche, come non ci si poteva aspettare altrimenti, Porsche e Mercedes-Benz hanno portato il gatto in acqua, ma c'erano anche tante Alfa Romeo, Audi, Jaguar di tutti i modelli, anche FIAT e SEAT si sono strette a fianco dei fratelli maggiori, passando per varianti di Abarth e di altri prestigiosi preparatori.

Per quanto riguarda gli espositori privati, ci aspettava una piacevole sorpresa di cui vi parleremo di seguito, sotto forma di uno straordinario set di 356 Porsche.

MERCEDES-BENZ

I 300SL, resistere bene alla trazione e alle correzioni del mercato, con i migliori esempi nelle coupé Gullwing e Roadster al prezzo rispettivamente di 1.500.000 e 1.200.000 euro.

Il fratello minore, 190 SL, tradizionalmente considerato in Germania più appropriato per le donne, continua ad avere un prezzo superiore ai centomila euro, raggiungendo la zona di centoventimila.

PORSCHE

Molte copie del Modelo 911 disponibile in una miriade di varianti e opzioni di motore. Dalla più ricercata con carrozzeria stretta e motore da 2 litri che arriva fino a 200.000 euro, alla più modesta T in 2,2 e 2,4 litri senza scendere comunque di centomila. Parliamo di esemplari in perfetto stato di presentazione e di funzionamento, in molte occasioni uscendo da restauri integrali.

SEDE

Erano presenti circa 600 D, tra cui evidenzieremo una versione commerciale, originariamente appartenente a un commerciante di cioccolatini dell'Escorial.

FIAT

Naturalmente le versioni più ammirate sono quelle equipaggiate dei motori Abarth, con un illustre passato nelle competizioni, prevalendo su vetture di maggiore cilindrata e potenza.

BMW

Evidenzieremo un M1 che per il suo design evoluto, con un telaio ispirato alla competizione e un motore in posizione centrale posteriore, era una rivale di peso sul circuito contro la 911, anche nelle sue evoluzioni più estreme. Coloro che preferiscono un corpo in poliestere sulla M1 hanno un'opzione con grandi incentivi per controllare alcuni marchi italiani con un'abbondanza di rosso nei loro ranghi.

VARIE

A Colonia troviamo in vendita prodotti assimilati al movimento classico, vecchie fusoliere di aeroplani e rappresentanti dell'arte automobilistica di ogni dimensione e forma.

Come i castelli dei fuochi d'artificio, teniamo per ultimo il tuono grasso.

COLLEZIONE HARTMUT ABL

Nel nostro passaggio e recensione di saloni automobilistici nazionali ed europei, ci imbattiamo spesso in collezionisti che hanno puntato molto in alto. Sempre a rischio di riassumere troppo, Li classificherei in due tipologie: riservato, discreto, con difficoltà di comunicazione, da un lato geloso di preservare la propria privacy e dall'altro aperto, comunicativo e desideroso di condividere il proprio grande hobby con gli estimatori del proprio lavoro.

Nella seconda categoria, un amante delle Porches 356, di nazionalità danese, ha esposto integralmente per la prima volta al pubblico la sua straordinaria collezione dei modelli più esclusivi della fabbrica di Stoccarda. Hartmut abl ha aperto senza riserve la sua collezione a La Scuderia e così abbiamo appreso che il fulcro del suo interesse sono i motori Carrera 2, meglio conosciuti come tipo Fuhrmann, dall'ingegnere che li ha progettati e sviluppati con successo, Ernst Fuhrmann.

colonia classica retrò
Hartmut Abl, davanti ai suoi esemplari più interessanti, da sinistra a destra, 356 Carrera 2 Cabriolet del 1963, 356 Speedster Carrera del 1958 e 356 Carrera 2 Coupé del 1962

Partendo da un modesto motore a 4 cilindri raffreddato ad aria, Fuhrmann arrivò a un sofisticato motore da corsa a quattro alberi a camme, delicato da mantenere, ma altamente efficiente in competizione. Lo stesso motore equipaggiava diverse versioni del 356 in coupé, cabriolet e Speedster, oltre al più avanzato 904.

Ringraziamo Hartmut Abl, non solo la loro cordialità e disponibilità, ma anche la loro dettagliata e aperta spiegazione, di cui costituiscono un vero e proprio discorso esperto, molto didattico.

colonia classica retrò
Particolare della Porsche 356 Speedster di Hartmut Abl, appartenuta al pilota americano Bruce Jennings, detto il Re delle Speedster Carrera

Cosa ne pensi?

Mario Laguna

scritto da Mario Laguna

Mario Laguna, autore del libro "The Pegaso Adventure", studioso e osservatore della storia dell'automobilismo, dei marchi e dei personaggi. Frequentatore assiduo di competizioni automobilistiche, di categorie attuali o storiche, concorsi internazionali di eleganza, conferenziere... Scopri di più

Commenti

Iscriviti alla newsletter

Una volta al mese nella tua posta.

Molte grazie! Non dimenticare di confermare la tua iscrizione tramite l'e-mail che ti abbiamo appena inviato.

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova.

51.1kFan
1.7kSeguaci
2.4kSeguaci
3.2kSeguaci